SEBASTIANO VASSALLI VIAGGIATORE NEL TEMPO

 

Interlinea celebra Sebastiano Vassalli, l'autore novarese della Chimera premio Strega 1990, ricordando questo "viaggiatore nel tempo", come egli stesso si è defiito nell'intervista-confessione Un nulla pieno di storie scritta con Giovanni Tesio. Vassalli, ricercatore delle radici e dei segni di un passato che illumini l'inquietudine del presente e ricostruisca il carattere nazionale degli italiani, ha pubblicato con Interlinea molti testi, spesso legati al territorio novarese in cui egli vive da sempre, come la nuova edizione di L'oro del mondo con un testo inedito in ricordo di Giulio Einaudi, Terra d'acque. Novara, la pianura, il riso e il volume di grande formato Il mio Piemonte in più lingue con oltre cento fotografie di Carlo Pessina. La letteratura e i suoi grandi protagonisti sono stati il tema centrale di Maestri e no. Dodici incontri tra vita e letteratura, mentre in Le anime del paesaggio. Spazi, arte, letteratura (con testi di Flavio Caroli e Philippe Daverio) ha riflettuto sull'idea di paesaggio; inoltre con Il supermaschio ha proposto un adattamento teatrale dell'opera fantastica di Alfred Jarry. Nella collana "Nativitas", dedicata al Natale, sono stati inseriti Natale a Marradi. L'ultimo Natale di Dino Campana e la raccolta di racconti Il robot di Natale. Sebastiano Vassalli fu anche autore delle presentazioni e introduzioni a numerosi titoli Interlinea fra cui la raccolta di testi narrativi di Dante Graziosi Le storie della risaia, pubblicato in occasione del ventesimo anniversario della morte del veterinario e scrittore novarese, Sorriso degli Etruschi di Dino Garrone, Il passo della salita Di Beppe Mariano e la raccolta di aforismi di Alberto Casiraghy Gli occhi non sanno tacere. A questo grande autore del Novecento sono stati infine dedicati il numero 49 della rivista "Microprovincia" La parola e le storie in Sebastiano Vassalli, omaggio per i suoi settant'anni, e la raccolta di studi e interviste La chimera. Storia e fortuna del romanzo di Sebastiano Vassalli.

Per un profilo video dello scrittore: clicca qui.

Il sito internet dell'autore della Chimera: www.letteratura.it/vassalli

Per acquistare i libri di Sebastiano Vassalli editi da Interlinea vai al nostro bookshop

 

 

i libri di Sebastiano Vassalli nel catalogo Interlinea

 





 

Sebastiano Vassalli, Giovanni Tesio, Un nulla pieno di storie
Ricordi e considerazioni di un viaggiatore nel tempo

«Un mestiere antico come il mondo, che risponde a una necessità degli esseri umani, a un loro bisogno fondamentale: quello di raccontarsi». Così uno dei maggiori scrittori contemporanei si racconta alla vigilia dei settant'anni in una lunga confessione-intervista: la sua difficile fanciullezza tra fascismo e Repubblica, la Milano degli anni universitari, la nascita delle passioni per l'arte e la letteratura, una drammatica storia matrimoniale, i primi lavori, gli anni dell'ideologia e del Gruppo 63, il Sessantotto, la scoperta delle storie da narrare. Sebastiano Vassalli parla anche di tv, religione e politica («L'Italia è due Paesi in uno. C'è il Paese Legale, che è sotto gli occhi di tutti, e c'è il Paese Sommerso, illegale, che tutti più o meno fanno finta di non vedere»), con un capitolo dedicato al "signor B." («se non ci fosse stato lui, sarebbe arrivato un altro con un'altra iniziale, o forse addirittura con la stessa iniziale»). Alla fine la speranza è riposta nella letteratura, «vita che rimane impigliata in una trama di parole». pp. 148, isbn 978-88-8212-735-0 - ACQUISTA


 

Sebastiano Vassalli, L'oro del mondo
Nuova edizione con un testo inedito in ricordo di Giulio Einaudi. Sulle rive del Ticino i cercatori d'oro sperano di scovare nel fiume un poco di fortuna e lo fanno accanto a bracconieri, ambulanti e barcaioli. Così, in una specie di frontiera americana alla Mark Twain, tra la città di Milano e la pianura del Piemonte, tutti tentano di voltare le spalle alle macerie del conflitto appena finito. Li osserva un giovane Huckleberry Finn padano, il protagonista dai tratti autobiografici di una storia emblematica dell'ultimo dopoguerra, quando gran parte della popolazione al nord soffre la fame, bestiario umano di opportunismi, odi, sacrifici e speranze. Torna uno dei romanzi più belli dell'autore della Chimera con un testo inedito in ricordo di Giulio Einaudi, l'editore che scelse L'oro del mondo tra gli ultimi libri voluti da lui personalmente nella non più sua casa editrice. pp. 208, isbn 978-88-8212-982-8 - ACQUISTA
 


 

Sebastiano Vassalli, Terra d'acque. Novara, la pianura, il riso
Nuova edizione accresciuta. Presentazione di Roberto Cicala. Uno scrittore racconta se stesso e i luoghi a lui più cari. Le sue storie ripercorrono momenti significativi della storia, dal Seicento della Chimera e della caccia alle streghe, all'Ottocento risorgimentale, fino a tempi a noi più vicini, con un ricordo personale del 25 aprile 1945. L'inventore del gorgonzola, il bandito Caccetta (il don Rodrigo della bassa), l'architetto Antonelli, il poeta "babbo matto" Campana, l'esploratore Ferrandi sono i personaggi che rivivono nella città e nella pianura ai piedi del monte Rosa, dove regna il "riso amaro" di Silvana Mangano, simbolo della fine della civiltà contadina. Una prova di stile e di fedeltà alle radici di un grande autore di oggi come Sebastiano Vassalli. pp. 176, isbn 978-88-8212-795-4 - ACQUISTA


 

Sebastiano Vassalli, Il mio Piemonte
Con Il mio Piemonte uno dei più importanti scrittori italiani offre per la prima volta l'immagine di una regione viva e attuale. La penna di Sebastiano Vassalli, accompagnata da oltre cento suggestive fotografie a colori di Carlo Pessina, descrive gli scenari a lui più cari di un territorio che affonda le radici nel passato ed è proiettato nel futuro. In queste pagine il Piemonte è raccontato come una dimensione dello spirito da riscoprire. pp. 168, isbn 88-8212-386-3 - ACQUISTA


 

 

Sebastiano Vassalli, Maestri e no. Dodici incontri tra vita e letteratura
«Gli incontri che si fanno tra le pagine dei libri sono altrettanto importanti di quelli della vita. Spesso, anzi, sono più importanti». Lo testimonia uno scrittore come Sebastiano Vassalli che qui raccoglie testi introduttivi scritti in quasi mezzo secolo, dodici incontri di vita e letteratura: un campionario esemplare per capire che ci sono buoni e cattivi (o falsi) maestri. Al centro sta sempre il valore della parola: dalle lettere con cui l'apostolo Paolo costruisce la Chiesa a quelle di un altro uomo religioso che fa ancora discutere, don Milani, stanno libri entrati nella storia. Ecco una certa cultura occidentale negli antieroi Bouvard e Pécuchet di Flaubert, l'America di Malcolm X, le lettere dal carcere di «un grande italiano», Gramsci, la Sicilia di Dolci e Sciascia, la guerra al femminile di Renata Viganò, la lingua virtuosa di Céline, le prose scapigliate di Faldella e Ragazzoni, estremisti come il precursore della neoavanguardia Garrone e soprattutto come il poeta «fuori posto» Campana. Maestri o no? Per l'autore della Chimera «i veri maestri sono rari». Ma si trovano nei libri. pp. 120, isbn 978-88-8212-800-5 - ACQUISTA
 


 

 

 

Flavio Caroli, Philippe Daverio, Sebastiano Vassalli, Le anime del paesaggio. Spazi, arte, letteratura
A cura di Fabrizio Schiaffonati. Tre maestri della modernità aprono sguardi nuovi sul paesaggio per vivere nella società odierna gli spazi di cultura, natura, arte e letteratura. Flavio Caroli, come in una delle sue presenze a Che tempo che fa, dimostra che il paesaggio nella pittura va «dalla retina verso l'anima» accompagnandoci in un itinerario attraverso i quadri più celebri che raffigurano «il volto e l'anima della natura». Philippe Daverio apre una finestra sul paesaggio della modernità e tra curiosità, approfondimenti e intuizioni ribadisce che «il destino della città rappresenta oggi una questione che non pu� più essere ignorata, la domanda architettonica, e specificamente urbanistica, deve tornare al centro della nostra riflessione». Sebastiano Vassalli ci racconta, da Omero a Gadda, il paesaggio letterario. L'autore della Chimera avverte infine che «un orizzonte esclusivamente umano, per noi e per le nostre storie, non soltanto sarebbe insopportabile, come già aveva intuito Nietzsche, ma non sarebbe possibile e forse non è nemmeno pensabile»: perciò abbiamo tutti bisogno del paesaggio. pp. 112, isbn 978-88-8212-914-9 - ACQUISTA
 


 

 

Sebastiano Vassalli, Il Supermaschio
Rifacimento e adattamento teatrale dal racconto fantastico di Alfred Jarry. «In questi tempi in cui i nostri giornali riportano pagine e pagine di intercettazioni telefoniche in cui si mette a nudo un intreccio fittissimo di politica, sesso, affari, carriere e chissà che altro del nostro presente, il Supermaschio di Jarry è una ventata d'aria pura». Per questo un narratore di razza come Sebastiano Vassalli l'ha riscritto, in vista di una versione a teatro, ripercorrendo «le mirabolanti avventure di un certo André Marcueil, uomo così ordinario «da diventare realmente straordinario», che si propone di superare in amore «il record dell'Indiano celebrato da Teofrasto, Plinio e Ateneo»: un record molto superiore, è inutile dirlo, a tutto ciò che ci hanno poi raccontato la letteratura e anche il cinema. Il Casanova di Fellini al confronto era uno scolaretto. Con un testo su Jarry di André Breton. pp. 64, isbn 978-88-8212-797-8 - ACQUISTA
 


 

 

Sebastiano Vassalli, Natale a Marradi. L'ultimo Natale di Dino Campana
Un grande scrittore torna su un personaggio e poeta, Dino Campana, al quale aveva già dedicato La notte della cometa. Scrive Vassalli: «È il Natale del 1916: in Italia, un Natale triste. Tutti o quasi tutti gli uomini validi sono lontani da casa, in quelle trincee tra le montagne dove si soffre e si muore per una guerra che, nonostante la retorica ufficiale, non ha in sé proprio niente di epico Eppure per Dino Campana l'ultimo giorno felice fu il Natale a Marradi. Perché Dino e Sibilla Aleramo siano andati a Marradi, dove lei non era mai stata, proprio in quel giorno di Natale del 1916, non si sa. Forse prima di perdersi in quel crepuscolo della ragione dove stava precipitando da più di un anno, lui ha voluto mostrare i suoi luoghi d'infanzia all'unica persona che aveva avuto un moto d'affetto nei suoi confronti» pp. 64, isbn 978-88-8212-634-6 - ACQUISTA
 


 

Sebastiano Vassalli, Il robot di Natale e altri racconti
Cinque testi d'autore, ambientati a Natale e firmati da uno dei più importanti scrittori italiani contemporanei. Un inedito su una storica abbuffata natalizia in età napoleonica fa da contrappunto a storie di Natale disincantate e totalmente immerse nella contemporaneità, come quella dell'uomo morto davanti alla tv il giorno di Natale e scoperto cinque anni dopo o come l'epopea del primo robot inviato su Marte. Vassalli riflette anche sulla necessità di un ipotetico nemico dallo spazio per rendere unita e solidale la razza umana sulla terra e rilegge anche la storia di Maria di Nazareth e della nascita di Gesù. pp. 48, isbn 88-8212-583-1 - ACQUISTA


 

Dante Graziosi, Le storie della risaia. La terra degli aironi, Una Topolino amaranto, Storie di brava gente, Nando dell'Andromeda
A cura di Roberto Cicala, presentazione di Sebastiano Vassalli con bibliografia, antologia della critica e iconografia. In occasione del ventesimo anniversario della morte di Dante Graziosi, il più celebre cantore della civiltà contadina tra Sesia e Ticino, Interlinea propone un esclusivo progetto editoriale mai dedicato finora a un autore novarese: sono raccolti in questo volume i suoi migliori libri: La terra degli aironi, Una Topolino amaranto, Storie di brava gente, Nando dell'Andromeda, che raccontano «un mondo che certamente merita di essere documentato: nelle sue architetture, nei suoi attrezzi, nel suo linguaggio, nelle sue tradizioni, nelle sue storie» (Sebastiano Vassalli). pp. 544, isbn 978-88-8212-870-8 - ACQUISTA


 

Dino Garrone, Sorriso degli Etruschi
Presentazione di Sebastiano Vassalli. Una riscoperta, nel segno della prosa che si fa vita di un autore inquieto - novarese di nascita ma vissuto a lungo a Pesaro - morto a soli ventisette anni a Parigi nel 1931. "Una delle cose che più mi impressionarono nella vita fu una sciocchezza: un fischio lungo, di flauto, che un'automobile faceva passando tra la calca di via Indipendenza, a Bologna. Era di sera" La scrittura è asciutta ma vibrante, nervosa. Commenta Vassalli: "Il sorriso degli Etruschi è la distanza tra parole e cose, tra letteratura e realtà, non nell'epoca antica ma ora e qui. C'è già, in Garrone, un'idea destinata a crescere nei decenni successivi e a produrre le avanguardie letterarie e gli sperimentalismi del secondo Novecento". pp. 176, isbn 978-88-8212-717-6 - ACQUISTA


 

Beppe Mariano, Il passo della salita
Con note di Giovanni Tesio e di Sebastiano Vassalli. In questo volume sono raccolti testi di un poeta appartato, che ha vissuto il carcere, ama la natura e subisce la storia, la cui lettura "dovrebbe rivelare alcune verità", come scrive Sebastiano Vassalli in una nota controcorrente. Alla ricerca di luoghi dell'anima e di una montagna maternale, la poesia di Mariano è narrativa e al tempo stesso silenziosa, una poesia che "sceglie la castità di una parola anelante e desiderante, incisa con chiarezza addirittura esplicita, e procede fino a tentare - come nella poesia più vera - l'illusione estrema, l'ultimo confine" (dalla nota di Giovanni Tesio). Un appuntamento con la storia che non lascia illusioni. pp. 112, isbn 978-88-8212-473-1 - ACQUISTA



 

Alberto Casiraghy, Gli occhi non sanno tacere. Aforismi per vivere meglio
Con un testo di Sebastiano Vassalli e illustrazioni dell'autore. Un libro per i momenti tristi ma anche per quelli felici. Lo scrive un poeta tipografo amico di Alda Merini che confessa: «le più belle poesie le ho scritte sotto tortura». Nella convinzione che «chi dice la verità non è mai solo!» l'autore affianca ai suoi aforismi disegni che incuriosiscono dimostrando come «la vera felicità non sta mai ferma». La natura e la passione palpitano in queste pagine («Chi sa incendiarsi conosce bene la forza dei ruscelli»): uno sguardo puro sul mondo e sugli affetti. «Vi prego! Toglietemi tutto ma salvatemi gli occhi» chiede Alberto Casiraghy. I suoi pensieri «si affacciano e si sporgono dal balcone della ragione» annota nel testo introduttivo Sebastiano Vassalli. pp. 84, isbn 978-88-8212-721-3 - ACQUISTA
 


 

"Microprovincia" 49 (2011), La parola e le storie in Sebastiano Vassalli.
Omaggio per i settant'anni dello scrittore

Interventi di: Giorgio B�rberi Squarotti, Luminitza Beiu-Paladi, Pierfranco Bruni, Roberto Cicala, Franco Cordelli, Carlo Fini, Angelo Gaccione, Giovanna Ioli, Andrea Kerbaker, Velania La Mendola, Giuseppe Lupo, Dante Maff�a, Federico Mazzocchi, Cristina Nesi, Fulvio Papi, Ercole Pelizzone, Tiziano Salari, Alberto Sinigaglia, Veronika Strehlke, Giovanni Tesio, Meriel Tulante. pp. 224, isbn 978-88-8212-827-2 - ACQUISTA


 

La chimera. Storia e fortuna del romanzo di Sebastiano Vassalli
Il libro è dedicato a uno dei romanzi piv letti e ristampati negli ultimi dieci anni, La chimera di Sebastiano Vassalli: studi, interviste, bibliografia delle edizioni italiane e straniere, lettere e inediti raccolti nel segno della storia e sulla fortuna anche all'estero di un romanzo affascinante, celebre e sempre piv letto nelle scuole. pp. 128, isbn 88-8212-400-2 - ACQUISTA

 

 

PER ORDINARE I LIBRI

-direttamente dal bookshop della casa editrice: clicca qui
-per altre richieste, informazioni e contatti con la casa editrice: clicca qui
-per conoscere le spese di spedizione clicca qui

Le edizioni di Interlinea sono disponibili anche nei maggiori bookshop on line
 

 

www.letteratura.it/vassalli
 

 Torna

www.interlinea.com