Rivista fondata da Maria Corti, diretta da Maria Antonietta Grignani e Angelo Stella

Centro di ricerca interdipartimentale sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei, Universit� di Pavia

Interlinea edizioni
 

La storia della rivista Autografo"

 

"Autografo" nasce nel 1984 come quadrimestrale del Centro di ricerca sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei dell�Universit� di Pavia, per desiderio di un gruppo omogeneo di studiosi, affini anche se appartenenti a diverse generazioni della scuola pavese, di aprire il colloquio con scrittori e colleghi, italiani e stranieri, riguardanti la cultura letteraria del Novecento, con uno sguardo anche all�Ottocento.
Nella prima sezione dedicata ai "Saggi" si sono offerti gli esiti di ricerche in cui si sono incontrate filologia e critica letteraria. Nella sezione "Inediti e rari" sono stati pubblicati preziosi testi poetici o prosastici o epistolari presenti per lo pi� nel Fondo pavese, inediti o editi in sedi non facilmente raggiungibili (per esempio le lettere di Saba a Montale o quelle di Dino Buzzati ad Arturo Brambilla o ancora quelle di Comisso a Ferrieri, il Viaggio in Sardegna di Vittorini, materiale narrativo di Guido Morselli). Al Centro pavese � dedicata la sezione "Vetrina" che contiene una prima descrizione di un particolare fondo manoscritto d�autore, di cui si forniscono informazioni e schede ad utilit� di studiosi e frequentatori della letteratura italiana moderna e contemporanea. Alla sezione "Archivio della memoria" � stato affidato talora il ricordo di un protagonista della cultura attraverso la testimonianza di uno studioso o di uno scrittore (ad esempio in memoria di Vittorio Sereni sono stati pubblicati nel numero 9 due interventi di Lalla Romano e di Attilio Bertolucci; per Roberto Longhi il ricordo � stato redatto da Cesare Garboli nel numero 26); in alcuni numeri si � presentata un�intervista a uno scrittore o a un poeta (celebre l�intervista a Italo Calvino a cura di Maria Corti uscita nel numero 6, oppure quella a Jurij Lotman a cura di Lorenzo Scacabarozzi ed Elena Kondr�sina nel numero 24). Nella rubrica di chiusa, "Margini", il cui titolo � metafora assunta dallo stesso campo semantico del vocabolo "Autografo", si sono alternate recensioni e interventi, reputati significativi agli effetti della finalit� della rivista, su libri di attualit� in ambito creativo, saggistico e storico.
Dal 1994 la rivista � divenuta semestrale e, pur nel rispetto della consolidata struttura del passato, ha assunto una fisionomia pi� spiccatamente monotematica a partire dal numero doppio dedicato allo scrittore toscano Romano Bilenchi (ma gi� in passato erano usciti due numeri di questo tipo rispettivamente su Vittorini e sul critico d�arte Roberto Longhi).
Altra novit� � stata l�introduzione di una nuova rubrica intitolata "Notiziario" che, volendo dare maggior spazio all�informazione, mira a dar conto una volta all�anno, delle nuove acquisizioni del Fondo pavese, delle manifestazioni promosse dal Centro e delle pubblicazioni scaturite dalla ricerche condotte sui materiali conservati nell�annesso archivio. 

 

ELENCO DEI NUMERI USCITI PRESSO INTERLINEA (dal 1997)

Autografo 34 (1997), Viaggio tra gli autori del Fondo Manoscritti

Autografo 35 (1997), L'inquieta cultura del Novecento
Autografo 36 (1998), Suggestive voci di Pavese e Calvino nel Fondo Manoscritti

Autografo 37 (1998), Ipotesi su Morselli

Autografo 38 (1999), La messinscena di scritto e figurato

Autografo 39 (1999), Il complesso e ambiguo mondo delle traduzioni

Autografo 40 (2000), Gioco di lingua e dialetto nel Novecento

Autografo 41 (2000), A Vanni Scheiwiller: una sirena nell'editoria italiana.

Autografo 42 (2001), Luci intermittenti dai piccoli epistolari

Autografo 43 (2001), Morte e rinascita del dialetto: da Zanzotto ai novissimi

Autografo 44 (2002), Maria Corti. Congedi primi ed ultimi

Autografo 45 (2011), La "scommemorazione". Giorgio Manganelli a vent'anni dalla scomparsa

Autografo 46 (2011), I novanta di Zanzotto. Studi, incontri, lettere, immagini

Autografo 47 (2012), Maria Corti. Ancora dialogando

Autografo 48 (2012), Intersezioni tra filologia e critica

Autografo 49 (2013), Le linee gotiche di Ottieni. Percorsi testuali

Autografo 50 (2013), Novissimi (e dintorni) tra due sponde
Autografo 51 (2014), Teatro, narrativa, critica
Autografo 52 (2015), Filologia, critica, linguistica

 

Link:
MODULO D'ORDINE
SCARICA un MODULO d'ordine cartaceo
UN RICORDO DI MARIA CORTI
TUTTI I TITOLI DELLA COLLANA "BIBLIOTECA DI AUTOGRAFO"

I NUMERI DISPONIBILI DI "AUTOGRAFO"
Centro Manoscritti Universit� di Pavia

 

 

 Vai al sito di Interlinea

Vai al bookshop

Torna