Biblioteca di Autografo
Collana di saggi e di testi inediti e rari diretta da Maria Corti - Formato 13x21
!

Maestria e apprendistato. Per i cinquant’anni dei Piccoli maestri di Luigi Meneghello

A cura di Francesca Caputo. Nel 1964, anno della riedizione del Sentiero dei nidi di ragno di Calvino, Luigi Meneghello pubblica I piccoli maestri, rappresentazione antieroica e antiretorica della Resistenza in Veneto, «resoconto veritiero» della sua esperienza, «storia di un apprendistato etico, intellettuale, sentimentale condotto al di fuori e al riparo da ogni facilitazione conformistica» (G. Raboni). Il volume raccoglie gli atti di tre giornate di studio tenutesi a Milano e a Malo nel 2014 per i cinquant’anni del libro che con quello calviniano e Una questione privata (1963) di Fenoglio costituisce una terna irrinunciabile delle narrazioni resistenziali. Meneghello ha detto di sé: «Io volevo soprattutto imparare, nella vita, invece mi sono trovato a insegnare». E a scrivere, aggiungiamo noi lettori, con gratitudine. pp 272, isbn 978-88-6857-136-8


Carlo Dossi, Campionario

A cura di Barbara Rodà. Gli allarmisti, i seccatori, i fannulloni, i lettori: ecco una singolare raccolta di quattordici bozzetti dal titolo Campionario, uscita a Milano nel 1885. Il libro, pensato come il primo dell’ambizioso e incompiuto progetto dei Ritratti umani, si presenta, secondo il più profondo conoscitore dell’opera dossiana, Dante Isella, come «invitante portoncino d’ingresso, dischiuso sul Calamajo di un mèdico e La desinenza in A». Fedele alle scelte linguistiche e stilistiche che contraddistinguono il raffinato ed eccentrico mondo letterario, Carlo Dossi offre con Campionario una singolare galleria di dipinti bidimensionali, raffiguranti categorie di personaggi che, pur non approfonditi nella loro psicologia, appaiono come acutissime caricature, protopersonaggi di un romanzo ancora da scrivere. pp.208, 978-88-6857-062-0

Tra le parole della «virtù senza nome». La ricerca di Luigi Meneghello

A cura di Francesca Caputo. Premessa di Giuseppe Barbieri e Francesca Caputo. A cinquant’anni dalla pubblicazione del suo primo libro (Libera nos a malo) Luigi Meneghello si rivela figura capace di parlare a noi oggi: per la forza del suo “stile”, con cui ha saputo fondere orizzonti culturali e linguistici diversi, facendo scaturire oggetti letterari che ci schiudono una visione penetrante e anticonvenzionale delle cose. L’elaborazione della sua esperienza personale attraverso la scrittura ci consegna un’immagine veritiera e critica dei tempi che ha vissuto, ma insieme mette in luce dinamiche relazionali, modi di sentire e di essere, una sorta di dna sociale ed esistenziale per capire anche i tempi in cui viviamo. Il volume raccoglie gli atti di un convegno internazionale pensato e voluto a un anno dalla scomparsa di Meneghello, per sondare la sua così specifica vocazione di scrittore. pp. 288, isbn 978-88-8212-824-1
tra le parole

Alfonso Gatto, Viaggio per l’Italia all’insegna dell’“Unità”

A cura di Roberto Vetrugno. Presentazione di Maria Antonietta Grignani. A conclusione dei 150 anni dell’Unità d’Italia sono qui raccolti gli articoli, inediti in volume, che il poeta Alfonso Gatto scrisse in occasione di un viaggio svolto nel 1949 in varie regioni del nord per conto del quotidiano “l’Unità”. Ispirati alle cronache del Giro d’Italia, i testi si presentano come un percorso attraverso paesi e province. La passione per il “paesaggio umano” si salda in questi testi con le ragioni ideologiche derivate dalla guerra finita da pochi anni. All’incontro appassionato con operai, contadini e gente comune si aggiunge l’incontro con un altro autore di cui Gatto conosceva la raccolta dedicata al suo paese, Casarsa: Pier Paolo Pasolini. Il giovane poeta accoglie così nella sua Cesarz il famoso intellettuale in mezzo al popolo: un incontro memorabile. pp. 128, isbn 978-88-8212-754-1

gattoviaggio

Amelia Rosselli, Una scrittura plurale. Saggi e interventi critici

A cura di Francesca Caputo. Per la prima volta sono riuniti testi sparsi e inediti su poesia, narrativa italiana e straniera, arte e società della grande poetessa e intellettuale (con un'appendice di illuminanti interviste). pp. 368, isbn 88-8212-184-4

ESAURITO

Maria Corti, Un ponte tra latino e italiano

Un percorso storico e critico agli albori della lingua italiana moderna: questo studio - l'ultimo scritto da Maria Corti prima della sua scomparsa, alla fine di febbraio del 2002 - approfondisce il passaggio tra il latino cristiano e l'italiano volgare, una "lingua letteraria dal forte, secolare divario rispetto alle parlate e ai dialetti della penisola". pp. 64, isbn 88-8212-350-2

Mariarosa Bricchi, Manganelli e la menzogna

Mariarosa Bricchi, nel suo saggio, finalmente mette in luce i processi creativi di un'opera basilare della letteratura italiana contemporanea, Hilarotragoedia di Giorgio Manganelli uno dei più avventurosi viaggi che la lingua italiana abbia affrontato negli ultimi decenni. pubblicando inoltre una serie di testi inediti dell'autore, "impegnato in un processo illusionistico fondato sull'antitesi tra ciò che il libro dichiara di essere e ciò che il libro è". pp. 112, isbn 88-8212-306-5

Jurij Lotman, Non-Memorie

Presentazione di Maria Corti, a cura di Silvia Burini e Alessandro Niero. Il libro raccoglie il diario e la riflessione umana sul dolore e sulla vita da parte di un rigoroso studioso strutturalista: si tratta di un manoscritto (con disegni inediti) che il figlio ha raccolto e propone ora per la prima volta offrendo uno spaccato di straordinaria umanità sull'esperienza collettiva e personale di un grande pensatore in periodo di guerra in Russia. pp. 128, isbn 88-8212-255-7

Maria Antonietta Grignani , La costanza della ragione. Soggetto, oggetto e testualità nella poesia italiana del novecento

Il libro studia tre momenti del Novecento attraverso alcuni autori rappresentativi. Montale, Sereni e Caproni fanno da guida in questo avvincente percorso conoscitivo e critico della poesia italiana meno legata a posizioni teoriche esplicite o settarie, ma altrettanto connessa ai nodi tematici e formali cruciali della cultura europea. pp. 192, isbn 88-8212-338-3

Annalisa Cima, Hai ripiegato l'ultima pagina. Pensieri per Vanni Scheiwiller

Una raccolta di pensieri in forma poetica dedicati dall'ultima "musa" di Eugenio Montale all'editore Vanni Scheiwiller. Gli originali dell'opera sono in un quadernetto conservato al Fondo Manoscritti di Pavia. pp. 64, isbn 88-8212-248-4

C. Martignoni, E. Cammarata, C. Lucchelli, La scrittura infinita di Alberto Arbasino

I saggi contenuti in questo libro analizzano l'opera di Arbasino a partire dal suo libro più importante e celebre, Fratelli d'Italia (che ha avuto più edizioni: dalla prima del '63 all'ultima del '93). Lo studio si è avvalso anche di materiali preparatori autografi dello scrittore conservati al Fondo Manoscritti di Pavia. pp. 128, isbn 88-8212-173-9

Guido Morselli: i percorsi sommersi. Inediti, immagini, documenti

A cura di Elena Borsa e Sara D'Arienzo, presentazione di Angelo Stella. Un itinerario originale nella vita e nell'opera di Morselli intersecando inediti e abbozzi, libri e giornali, fotografie e cortometraggi, che mettono in piena luce un protagonista ignorato della storia culturale italiana dal dopoguerra al suicidio nel 1973. Con una domanda importante: di quanto gli anni '60 sarebbero cambiati se Morselli fosse potuto intervenire? pp. VIII+192, isbn 88-8212-166-6

Roberto Rebora, Della voce umana e poesie inedite

A cura di Nicoletta Trotta, presentazione di Renata Lollo. Un testo che viene alla luce cinquant'anni dopo, scritto dal poeta nel campo di concentramento di Wietzendorf, dove visse accanto a Giovanni Guareschi, Enzo Paci e altri illustri prigionieri di guerra. Un saggio di alto livello intellettuale e morale sul tema della voce nella storia degli uomini. pp. 96, isbn 88-8212-128-3

Eugenio Montale, Poesia travestita

A cura di Maria Corti e Maria Antonietta Terzoli. Prima di morire, Eugenio Montale commissionò a Maria Corti un gioco letterario: far tradurre una sua poesia in arabo e poi dall'arabo al francese e così via per dieci passaggi fino a tornare all'italiano, sempre senza rivelare la fonte originaria. L'esperimento è oggi compiuto e in questo libro se ne raccolgono i frutti di straordinario interesse culturale. pp 80, isbn 88-8212-211-5