!

Giorgio Bertone, Lo sguardo escluso. L'idea di paesaggio nella letteratura occidentale

Sul paesaggio, tema tra i più affascinanti nell'attuale dibattito culturale, questa nuova opera propone un itinerario storico, letterario e interpretativo, dai colli toscani di Dante al monte Ventoso di Petrarca, dall'oceano di Cristoforo Colombo allo scenario terracqueo di Moby Dick, allo "sguardo escluso" dell'Infinito di Leopardi, fino alle prospettive dell'arte e del cinema. Presentazione di Gian Luigi Beccaria. pp. 272, isbn 88-8212-234-4

Il sacro nella poesia contemporanea

Il volume raccoglie una serie di saggi, tra cui uno importantissimo di Mario Luzi, che esaminano l'influenza delle tematiche legate al sacro nell'espressività poetica contemporanea. Con testi (tra gli altri) di Silvio Ramat e Franco Loi. A cura di Giuliano Ladolfi e Marco Merlin. pp. 104, isbn 88-8212-217-4

Giorgia Guerra, Maria Corti: voci, canti e catasti

Un'analisi dell'opera di scrittura narrativa e creativa di Maria Corti, attraverso un percorso dedicato ai suoi "temi forti", dal mito di Ulisse all'elemento del "doppio". Il volume contiene una ricca sezione fotografica, oltre a un'aggiornata bibliografia e a un'antologia della critica a cura di Cristina Nesi. pp. 160, isbn 88-8212-244-1

La Marchesa Colombi: una scrittrice e il suo tempo

A cura di Silvia Benatti e Roberto Cicala. Il volume raccoglie gli atti del convegno internazionale sulla Marchesa Colombi svoltosi nel 2000 ed è introdotto da un saggio di Antonia Arslan, una delle maggiori studiose di scrittura al femminile. pp. 288, isbn 88-8212-267-0 - ESAURITO

Rodari, le storie tradotte

Con un ricordo di Roberto Cerati, presentazione di Pino Boero. Con interventi dei maggiori traduttori e studiosi, le lettere inedite, le copertine delle edizioni straniere e la prima bibliografia internazionale, questo volume raccoglie anche gli atti di un convegno tenutosi a Omegna, sul lago d'Orta, dove Rodari nacque nel 1920. pp. 184, isbn 88-8212-280-8

Roberto Carnero , Silvio D'Arzo Un bilancio critico

La prima monografia critica su Silvio D'Arzo (nato nel 1920 a Reggio Emilia e morto del 1952, vero nome Ezio Comparoni) con un taglio avvincente. La produzione dello scrittore è stata raggruppata nelle diverse fasi e tipologie del suo lavoro: la scrittura prima e dopo la guerra, l'attività saggistica, le storie per l'infanzia, le composizione poetiche, attingendo al carteggio inedito tra D'Arzo e l'editore Enrico Vallecchi. pp. 160, isbn 88-8212-352-9

Salvatore Quasimodo nel vento del Mediterraneo

Atti del Convegno internazionale di Princeton (Usa) 6-7 aprile 2001, a cura di Pietro Frassica
Due sono i nuclei intorno ai quali, in questo volume, si sviluppa il discorso su Salvatore Quasimodo: quello costituito dagli interventi di studiosi che delineano un quadro articolato e criticamente vario sia dell'attività letteraria sia delle esperienze esistenziali di un poeta che ha attraversato un tempo di eventi grandiosi e tragici; e quello dei poeti che rintracciano trame e coordinate capaci di attribuire nuovi significati al lavoro e alla figura del poeta. Chiude il volume un'appendice di brevi testi quasimodiani. pp. 160, isbn 88-8212-340-5

Simona Bertini, Marinetti e le eroiche serate

Il movimento di Marinetti ha scritto un capitolo originale, controcorrente e ancora vivo all'interno della storia della cultura italiana ed europea. Uno studio originale su un aspetto poco conosciuto dell'epopea marinettiana, con testi rari di Filippo Tommaso Marinetti, Corrado Covoni, Ardengo Soffici, Paolo Buzzi e altri. Con un ricco apparato di illustrazioni futuriste. Con antologia di testi e immagini;presentazione di Giusi Baldissone. pp. 208, isbn 88-8212-187-9

Enrico Palandri, La deriva romantica. Ipotesi sulla letteratura e sulla scrittura

Studi sulla contemporaneità in letteratura. Dal postmodernismo tra libertà e storia fino al tema della soggettività linguistica, da Nievo a Calvino oltre il neorealismo, fino a Tondelli e Celati, in questo libro Enrico Palandri va in cerca di uno "stile necessario" e insegna a capire dove va la letteratura e la scrittura. pp. 132, isbn 88-8212-366-9

La chimera. Storia e fortuna del romanzo di Sebastiano Vassalli

Il libro è dedicato a uno dei romanzi più letti e ristampati negli ultimi dieci anni, La chimera di Sebastiano Vassalli: studi, interviste, bibliografia delle edizioni italiane e straniere, lettere e inediti raccolti nel segno della storia e sulla fortuna anche all'estero di un romanzo affascinante, celebre e sempre più letto nelle scuole. pp. 128, isbn 88-8212-400-2

ESAURITO

Giuseppe Zamarin, Oltre il neorealismo. Guida alla lettura di Gino Montesanto

Un profilo interessante ed esaustivo dell'opera letteraria di Gino Montesanto all'interno del panorama della narrativa dell'ultimo mezzo secolo, dal neorealismo a oggi. L'itinerario di Montesanto, dai racconti dei primi anni quaranta all'ultimo romanzo alle soglie del nuovo secolo, sembra rispondere a una costante ricerca interiore di significato, consegnandoci una pagina che si fa via via più nitida e incisiva nell'essenzialità della scrittura e della vicenda. pp. 176, isbn 88-8212-405-3

Ercole Patti e altro Novecento siciliano

A cura di Pietro Frassica. Una geografia di studi dedicati ad alcuni dei più interessanti autori siciliani del Novecento: De Roberto, Patti, Piccolo, Brancati, Sciascia, D'Arrigo. Una proposta nella quale, accanto a scrittori "classici", trovano posto autori e testi ingiustamente ignorati e tuttavia fondamentali per cogliere la dinamica della storia e della cultura nazionale. pp. 160, isbn 88-8212-406-1

Marco Merlin, Poeti nel limbo. Studio sulla generazione perduta e sulla fine della tradizione.

Un libro che colma un vuoto negli studi e nella poesia italiana: finalmente il lavoro dei poeti nati negli anni cinquanta e sessanta trova un'organica e persuasiva interpretazione, delineando il canone dei poeti successivi alla "generazione del '68", l'ultima in qualche modo storicizzata.Pp. 316 Isbn 88-8212-485-1

Giuliano Ladolfi, Giuseppe Zaccaria, Gozzano postmoderno

A quasi novant'anni dalla morte, Guido Gozzano è un autore per alcuni versi ancora enigmatico: i saggi qui raccolti si propongono di rileggerlo ricercando anche le motivazioni personali della sua poesia e di valutarla all'interno del clima culturale europeo d'inizio secolo. pp. 64, isbn 88 8212 516 5 IN ESAURIM.

Magia di un romanzo. Il fu Mattia Pascal prima e dopo

A cura di Pietro Frassica. Ci sono libri che costituiscono un'esperienza fondamentale per qualsiasi lettore e che nel corso degli anni diventano opere-baricentro del panorama letterario. In questa categoria s'inserisce di diritto Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello. In queste pagine, a partire dagli esiti di un convegno all'Università di Princeton, il grande romanzo è oggetto d'indagine sia per quanto riguarda il livello dell'inventività espressiva, sia per il valore fondativo di modello per la narrativa, e anche per il teatro. pp. 272, isbn 88 8212 518 1

Antoni Arca, Fabulas. Per una didattica della fiaba

"Il sottotitolo di questo volume, Per una didattica della fiaba, potrebbe indurre lettori disattenti a cadere - come segnalò lo stesso Gianni Rodari - in quel grossolano equivoco che aveva consentito a molti di inserire la Grammatica della fantasia nella serie dei manuali e dei "ricettari" per inventare storie; Antoni Arca non ci consegna un "Artusi delle fiabe" né si preoccupa delle tecniche. Partendo dal territorio della sua Alghero e abbracciando nell'analisi delle fiabe l'intera Sardegna, ha la capacità di leggere nella giusta ottica la tradizione, di guardare ai codici orali all'interno delle classi di appartenenza, di ricordarci in ogni momento che la fiaba è racconto. Con questo libro Arca ci richiama alla serietà dell'approfondimento critico, ci consegna una lezione di metodo senza pretendere di condurci a conclusioni prefabbricate. E a me questa pare una vera lezione di pedagogia della lettura, profonda come tutte le lezioni dovrebbero essere" (dalla presentazione di Pino Boero). pp. 208, isbn 88-8212-521-1

ESAURITO

Angelo Marchese, Amico dell'invisibile

A cura di Stefano Verdino. "Io sono amico dell'invisibile / e non faccio conto / che di ciò che si fa sentire e non si mostra, / e non credo e non posso credere / a tutto quello che si tocca / e che si vede": questi versi di Eugenio Montale ispirano il titolo di questo libro, un'ampia, articolata ed esaustiva analisi dell'opera del grande poeta da parte di grande critico che gli fu anche amico. In queste pagine viene illuminata la poesia "inesistente" del premio Nobel, alimentata dai grandi interrogativi esistenziali del secolo breve, ultimo anello di una lunga catena di valori che affonda le sue basi nella cultura classica antica. pp. 480, isbn 88-8212-546-7

Giorgio Bertone, Il confine del paesaggio. Lettura di Francesco Biamonti

Uno dei maggiori studiosi italiani del tema del paesaggio in letteratura rilegge la figura e l'opera di un grande scrittore ligure, Francesco Biamonti, scomparso nel 2001, attraverso una analisi centrata in particolare sui suoi. romanzi brevi. Nato a San Biagio della Cima (Imperia) nel 1928, dopo anni di vagabondaggio tra Francia e Spagna, Biamonti lavorò a lungo come bibliotecario a Ventimiglia, conducendo una vita ritirata all'insegna degli studi. pp. 90, isbn 88-8212-507-6

Giuseppe Zaccaria, Per una letteratura di confine. Autori, opere e riviste del Piemonte Orientale

La "geografia e storia della letteratura italiana", dopo la lezione di Dionisotti, è sempre più al centro degli interessi di ricerca: entro queste coordinate si colloca questo volume che si propone di individuare, attraverso esperienze di notevole significato, alcune linee lungo le quali si è sviluppata, tra Otto e Novecento, la letteratura nata al di qua del Ticino, ma spesso aperta a un confronto con più ampie prospettive culturali: da Faldella alla Marchesa Colombi, da Emanuelli a Vassalli. Due, almeno, le linee prevalenti: quella di una scrittura umoristica (di straniamento ironico e critico nei confronti della realtà) e quella della ricerca stilistica (dagli esponenti della "Scapigliatura piemontese" studiata da Contini fino ad autori dimenticati come la biellese Catella o il casalese Ravasenga, caro a Mario Soldati e Cesare Garboli. pp. 304, isbn 978-88-8212-563-9

Franco Buffoni, Con il testo a fronte. Indagine sul tradurre e l'essere tradotti

Sono trascorsi trent'anni da quando George Steiner con Dopo Babele irruppe nel dibattito traduttologico proponendo istanze legate all'ambito estetico (la kantiana "dottrina del gusto") in un settore di ricerca allora dominato dai formalismi novecenteschi, in primis la linguistica teorica. Uno dei maggiori studiosi italiani di scienza della traduzione, poeta e direttore dal 1989 del semestrale "Testo a fronte", ripercorre la storia di questi trent'anni di traduttologia in un saggio di grande rigore scientifico, ma anche profondamente aperto al colloquio fecondo coi poeti e al dialogo col lettore. Un lettore immaginato colto e appassionato, ma non necessariamente specialista: certo in grado di cogliere e apprezzare i numerosi testi e avantesti qui presentati a esemplificare i concetti di ritmo e di poetica, di intertestualità e di movimento del linguaggio nel tempo. pp. 232, isbn 978-88-8212-433-5