ARCHIVIO NOTIZIARIO

N. 1

N. 2

N. 3

N. 4

N. 5

N. 6

N. 7

N. 8 N. 8 bis  
 
  N. 9 N. 10 N. 11

N.12

N.12 bis N.13 N.13 bis N.14  
 

 

Letture sotto l'albero: 2 (Sebastiano Vassalli)
Vassalli alla ricerca di un «granello di felicità»
Dico la verità: quando penso a Novara, mi torna sempre alla memoria quell’immagine di una giovane donna con il viso disseminato di «efelidi leggere» e «gli occhi fermi, l’iridi sincere, / azzurre d’un azzurro da stoviglia». Io Novara me la immagino così, e però non ho mai desiderato lasciarla per andare a vivere altrove: anche se di città ne ho conosciute molte, e ne amo molte. Roma, Parigi mi hanno attirato finché ero giovane: ma quando poi ho avuto la possibilità di andare a viverci davvero, mi sono accorto che non lo desideravo e che il mio granello di felicità – quel granello di felicità che ogni uomo porta con sé nel mondo al momento di nascere – era sepolto in questa pianura dove vivo, tra il Ticino e la Sesia. Ancora non l’ho trovato, ma continuo a cercarlo.

Così Sebastiano Vassalli in un passo di Terra d’acque. Novara, la pianura, il riso, pp. 164, euro 15.
 

   Torna al sommario
   
Letture sotto l'albero: 3 (Clemente Rebora)
Lettere di fine anno firmate Clemente Rebora
 

Finire l’anno senza un richiamo affettuoso alle anime elette e degne, per sentirle quasi vicine ed affrontare questa imaginaria vita nuova insieme, non mi piace; e vorrei, Nino caro, vivere con voi una grande bontà bene auspicante, e una profonda saggezza di quiete in codesto simbolico trapasso; invece siamo lontani, e un chiacchierio grullo di brindisi posticci rintrona il nostro capo, togliendoci la saggia tranquillità. Io tuttavia veggo diritto nel tuo spirito e, come scorgo tanta bellezza, m’intenerisco; ma io mi rifiuto di scarabocchiarti gli inchinevoli auguretti di occasione; tra anime né facili né mediocri essi sono perenni e taciti, e non conoscono cerimonie.
Ricordami ai tuoi. Tu, Nino, mi sei ora molto nell’anima.
(29 dicembre 1907)

[...] Così ogni tanto scrivo nervosamente una riga di lapis sul taccuino; poi cerco di vivere normalmente: e lo gusto, e vo incontro alle occasioni di divertirmi, di non raccogliermi (ho cenato, perfino, l’ultimo dell’anno; riso con una facilità e bontà e schiettezza di cui più non ricordavo). Temo però, non tanto di riuscire a concludere – ché di questo son convinto non appena da oggi; ma per il momento me n’infischio – ma di ripiombar domani nella sordità né vera né reale. Avrei bisogno di “fuggire” in un luogo tranquillo per pensare e scrivere fin che l’onda sale; ma di godere insieme, negli intervalli, quando l’esigenza di non pensarci più fosse troppo forte. Resisto così poco a pensare, a guardare (anzi, mettermi) la luce negli occhi! Invece, devo sperder questo buon momento nei vampiri delle mie occupazioni e dei miei affetti e doveri consuetudinari. Ma per ora non me ne lamento, poiché non son mai stato bene come ora. Altro che iniezioni o sensualità appagata; almeno fino a nuovo avviso.
(2 gennaio 1914)

Queste e altre lettere in Il tuo Natale. Lettere, poesie, pagine di diario e inediti di Clemente Rebora, con incisioni di Mauro Maulini, pp. 144, euro 10, tiratura di 999 copie numerate.
 

   Torna al sommario
   
Un Club di amici che amano leggere e... risparmiare (il 20%)
 

Il Club amici di Interlinea riunisce i più fedeli lettori della nostra casa editrice, ai quali vengono riconosciuti una serie di benefici, primo tra tutti lo sconto del 20% su tutte le pubblicazioni del catalogo, insieme agli altri vantaggi.
L’associazione avviene con un acquisto di libri per almeno 50 euro, già comprensive dello sconto del 20%. Essere soci del Club amici di Interlinea dà diritto a:
* ricevere la tessera Club per il 2006
* sconto del 20% su tutte le pubblicazioni del catalogo Interlinea acquistate direttamente
* il notiziario di Interlinea, con newsletter anche via e-mail
* agevolazioni su iniziative di Interlinea
* ricevere i propri volumi a domicilio con uno sconto sulle spese postali.
L’idea di creare questo Club vuole essere, da una parte, una concreta iniziativa da parte della nostra casa editrice per essere ancora più vicina ai suoi più fedeli lettori, dall’altra l’inaugurazione di un canale di contatto diretto editore-lettore, per facilitare una migliore conoscenza reciproca che possa avere delle ricadute positive per entrambi. Sia per il lettore, dandogli la possibilità di farsi concretamente sentire con i propri suggerimenti; sia per l’editore, che ha la possibilità di sapere come i suoi prodotti vengano recepiti direttamente dai lettori, al di là dei riscontri della critica e delle recensioni.
 

   Torna al sommario
   
Luzzati: dell’amore e dell’avventura
 

Pare che i protagonisti e comprimari, mostri e draghi, diavoli e centauri, maghe e fate, mari e cime, armature rutilanti e uccelli canori siano scesi giù da qualche vetrata di gotiche cattedrali d’oltralpe o di castelli subalpini. Scrive così, tra l’altro, Walter Fochesato a proposito delle tavole che Emanuele Luzzati ha dedicato all’Orlando innamorato di Matteo Maria Boiardo. Oltre quaranta grandi opere che il maestro genovese ha composto nel cinquecentenario della morte di Matteo Maria Boiardo per il Comune di Scandiano, che recentemente le ha riproposte al pubblico in una mostra. In occasione della mostra Interlinea ha pubblicato un grande volume-catalogo, che porta il titolo Dell’amore, dell’avventura. L’Orlando innamorato, e che presenta le tavole di Luzzati affiancate alle pagine del poema di Boiardo scelte da Giuseppe Anceschi. Il libro – che, come è facile capire, è molto più di un semplice catalogo di una mostra – suggella uno dei “matrimoni” meglio riusciti tra l’arte figurativa e la parola poetica. Il volume raccoglie anche un testo dello stesso Luzzati e un’ intervista con l’artista firmata da Alessandro Parmiggiani.
Questo grande volume illustrato va ad aggiungersi alla ormai consistente serie di titoli pubblicati da Interlinea e firmati dal maestro Luzzati. Accanto alle edizioni di libri per ragazzi, va ricordato il successo di un volumetto uscito nella collana “Nativitas”, da poco tornato in libreria: è La stella dei re magi, un piccolo gioiello nel quale gli immaginifici disegni di Luzzati si affiancano a testi della tradizione da lui stesso scelti che narrano la leggenda dei re venuti dall’Oriente.

Emanuele Luzzati, Dell’amore, dell’avventura. L’Orlando innamorato, pp. 100 a colori, euro 25.
Emanuele Luzzati, La stella dei re magi, pp. 56 a colori, euro 10.

   
 

Indietro

Avanti

   
   Torna al sommario

Inizio pagina