Il tuo browser non supporta JavaScript!

Primo Levi: ancora qualcosa da dire

sconto
15%
Primo Levi: ancora qualcosa da dire
titolo Primo Levi: ancora qualcosa da dire
sottotitolo Conversazioni e letture tra biografia e invenzione
autore
argomento Letteratura Memorie e biografie
collana Biblioteca, 71
marchio Interlinea
editore Interlinea
formato Libro
pagine 160
pubblicazione 2018
ISBN 9788868571566
estratto Incipit PDF
Scrivi un commento per questo prodotto
 
18,00 15,30
 
risparmi: € 2,70
Spedito in 2-3 giorni
Un volume che fa il punto su Primo Levi e la Shoah lasciando parlare lo scrittore grazie a una serie di interviste raccolte da Giovanni Tesio e a documenti d’archivio, tra cui autografi e fotografie. Un ritorno a Levi per appassionati lettori ma anche per insegnanti che vogliono approfondire con i propri studenti la figura di uno scrittore centrale per comprendere gli orrori della guerra e il Novecento, senza dimenticare che «Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi, è nell’aria. La peste si è spenta, ma l’infezione serpeggia: sarebbe sciocco negarlo».
 

Biografia dell'autore

Giovanni Tesio

Giovanni Tesio (1946), già ordinario di letteratura italiana presso l’Università del Piemonte Orientale A. Avogadro, ha pubblicato alcuni volumi di saggi (l’ultimo, La poesia ai margini, per Interlinea, nel 2014), una biografia di Augusto Monti, una monografia su Piero Chiara, molte antologie. Ha curato per Einaudi la scelta dall’epistolario editoriale di Italo Calvino, I libri degli altri (1991); più recentemente la conversazione con Primo Levi, Io che vi parlo (2016), e più recentemente ancora, presso Interlinea, un altro volume di considerazioni su vita e opera di Levi, Primo Levi. Ancora qualcosa da dire (2018). Sempre presso Interlinea un pamphlet in difesa della lettura, della letteratura e della poesia, I più amati. Perché leggerli? Come leggerli? (2012), e un “sillabario” intitolato Parole essenziali (2014). La sua attività poetica, dopo esordi lontani, è sfociata nella pubblicazione di un canzoniere in piemontese di 369 sonetti, intitolato Vita dacant e da canté (Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis, Torino 2017). È stato per trentacinque anni collaboratore della “Stampa”, al cui inserto, “Torinosette”, collabora tuttora. Di quest’anno, uscito presso Lindau, il suo primo libro narrativo, Gli zoccoli nell’erba pesante. È tra i fondatori e direttori della collana di poesia “Lyra”.

Rassegna stampa per Primo Levi: ancora qualcosa da dire

Da "Il Sole 24 Ore", Giuseppe Lupo, su "Primo Levi. Ancora qualcosa da dire" di Giovanni Tesio
Da "Il Mattino", Massimo Novelli, su "Primo Levi: ancora qualcosa da dire" di Giovanni Tesio
Da "Il Giornale di Brescia", Francesco Mannoni, su "Primo Levi: ancora qualcosa da dire" di Giovanni Tesio

Notizie che parlano di: Primo Levi: ancora qualcosa da dire

Un volume che fa il punto su Primo Levi e la Shoah lasciando parlare lo scrittore grazie a una serie di interviste raccolte da Giovanni Tesio e a documenti d’archivio, tra cui autografi e fotografie.

Eventi collegati a Primo Levi: ancora qualcosa da dire

Teatro La Fabbrica, il 20.04.2018, corso Italia 13, Villadossola (VB)
Castello, il 03.03.2018 alle ore 16.00, piazza Hope 1, Cisterna d'Asti (AT)
Libreria Sant'Andrea, il 09.02.2018 alle ore 17.30, piazza Guala Bicheri 1, Vercelli
Centro Studi Piemontesi, il 31.01.2018 alle ore 18.00, via Ottavio Revel 15, Torino
Sala Ordet, il 29.01.2018 alle ore 18.00, piazza Cristo Re 1, Alba
Biblioteca civica Negroni, il 25.01.2018 alle ore 18.00, c.so Cavallotti 6, Novara
Facoltà di Lingue Straniere dell’Università, il 23.01.2018 alle ore 11.30, Tirana
Teatro Sancarlino, il 18.01.2018 alle ore 17.00, corso Giacomo Matteotti 6, Brescia

La guerra stava per finire… Era la grande tregua: poiché non era ancora cominciata l’altra dura stagione che doveva seguire

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.