Donne in cerca di guai
Avventure di maternità
a cura di Gianni Mussini
presentazione di Claudio Magris
postfazione di Marina Casini
Interlinea, pp. 88, euro 12
Collana "Passio", 58
isbn 978-88-6857-164-1

Tutto sommato è meglio non abortire. Lo dimostrano qui le testimonianze di tante donne che, aiutate dai Centri di Aiuto alla Vita (Cav) ma soprattutto dal proprio coraggio, hanno deciso di proseguire la gravidanza. E lo dimostra anche lo sconfinato rammarico di altre donne che hanno scelto (o sono state costrette a scegliere) l'aborto. Qui scorrono storie e opinioni di personaggi famosi, come Ornella Vanoni, Alexia e Nek, oltre a Celentano, Andrea Bocelli e a un insospettabile Eminem; E Poi Registi Come Pupi Avati E Franco Zeffirelli; Femministe Storiche (Lella Costa, Alessandra Kustermann), Insieme Con La Poetessa Alda Merini. Questo libro, al tempo stesso militante ed ecumenico, nasce dalla consapevolezza che ogni vita «abbia in sé la propria giustificazione». Di qui l'idea suggerita da Claudio Magris nella prefazione: «guai a far dipendere il diritto dell'individuo alla sopravvivenza dall'amore o dall'affetto che altri hanno per lui o, peggio ancora, dalle sue capacità e dalle sue prestazioni».  

Leggi un estratto (link)

 

IL CURATORE
Gianni Mussini, docente e studioso di letteratura italiana, si è occupato tra il resto di poesia del Novecento, in particolare di Clemente Rebora, e anche di Jacopone da Todi e Manzoni. A ciò ha aggiunto un impegno di volontariato nell'ambito dell'aiuto alla vita, assumendo anche importanti incarichi a livello locale e nazionale.
 

UN BRANO DEL LIBRO
«Non ci si deve mai perdere d'animo, una soluzione arriva sempre!»
 

PER ORDINARE IL LIBRO
-direttamente dal bookshop della casa editrice: clicca qui
-per altre richieste, informazioni e contatti con la casa editrice: clicca qui
-per conoscere le spese di spedizione clicca qui

Le edizioni di Interlinea sono disponibili anche nei maggiori bookshop on line
 

 Vai al sito di Interlinea

Vai al bookshop

Torna