Suor Nemesia Mora
Solo l’amore che si dona rimane  
a cura di Dorino Tuniz
presentazione di Giorgio Borroni
Interlinea, pp. 72, euro 5
Collana "Aironi", 88
Serie "Novaresi nella storia"
isbn 978-88-6857-139-9

 Al termine di un trentennale servizio prestato come infermiera caposala all’Ospedale Maggiore di Novara, nel 1955 Nemesia Mora, suora della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret, con un gruppo di medici e di infermieri volontari volle realizzare una iniziativa per aiutare chi non aveva mezzi per curarsi. Nacque così l’Ambulatorio di Pronta Accoglienza, per offrire gratuitamente assistenza di tipo sanitario, farmacologico e psicologico a persone in stato di bisogno, senza distinzione di razza, religione o provenienza. Successivamente, in collaborazione con le parrocchie di Novara, la Comunità di Sant’Egidio e quella del Santa Lucia, suor Nemesia promosse la realizzazione della “Tenda di Sara” con la creazione tra l’altro di una casa per madri in difficoltà. La struttura offre oggi i suoi servizi per alleviare vecchie e nuove povertà. Una intuizione geniale e profetica, nell’ottica di una realizzazione puntuale e intelligente del Vangelo della carità. Ad essa suor Nemesia dedicò l’intera esistenza, attenta a cogliere i veri bisogni della gente e contemporaneamente capace di sguardi profetici, sempre pronta a spendersi di persona. Una donna innamorata del suo Dio e appassionata della povera gente, la cui eredità non va lasciata cadere.

 

PER ORDINARE IL LIBRO

-direttamente dal bookshop della casa editrice: clicca qui
-per altre richieste, informazioni e contatti con la casa editrice: clicca qui
-per conoscere le spese di spedizione clicca qui

Le edizioni di Interlinea sono disponibili anche nei maggiori bookshop on line
 

 Vai al sito di Interlinea

Vai al bookshop

Torna