Massimo Savastano
Il sangue non sporca i giusti
Mafia e legalità: un mosaico
note dei procuratori antimafia
Piero Grasso e Lucio Di Pietro
con un’intervista a monsignor Antonio Riboldi
pp. 112 € 12, isbn 978-88-8212-628-5

Ecco un mosaico di “tasselli di legalità” posati da coloro che hanno avuto il coraggio di affrontare la mafia, l’omertà e la cultura dell’illegalità. Dai giudici Falcone e Borsellino a Roberto Saviano, autore di Gomorra, da Peppino Impastato al vescovo di Acerra Antonio Riboldi, dal generale Carlo Alberto Dalla Chiesa al giovane Mattia Bergamini. Perché la mafia non è solo un problema del sud ed è necessario, secondo le parole del procuratore antimafia Piero Grasso, che ogni lettore acquisisca «conoscenze sul fenomeno mafioso, per poi operare concretamente nella realtà, informando la propria vita a un’etica che gli consenta di fare la propria parte nella lotta a un sistema criminale che non è imbattibile». Un libro appassionato rivolto anche ai giovani per essere autentici cittadini antimafia, cioè cittadini liberi.

  
L'AUTORE

Massimo Savastano (1974) dopo la maturità classica ha conseguito il baccalaureato in Teologia (1999). Dal 1999 al 2004 si è occupato di disagio scolastico degli studenti come docente consulente del Centro informazioni e consulenza (Cic) dell’Istituto d’istruzione superiore “Mossotti” di Novara. È presidente dell’associazione “Noi oltre Eboli”, impegnata a rilanciare la corrente meridionalista e a promuovere vacanze di solidarietà e interscambio con adolescenti del Mezzogiorno. Ha curato la ripubblicazione della lettera pastorale Per amore del mio popolo non tacerò! (Paoline, Milano 2003) del presidente onorario dell’associazione, il vescovo Antonio Riboldi. Attualmente insegna presso l’Istituto d’istruzione superiore “Ferrini Franzosini” di Verbania e ha avviato studi in giurisprudenza all’Università “Carlo Bo” di Urbino.
 

ORDINA IL LIBRO
Per le spese di spedizione clicca su "Condizioni di vendita" nel menù in alto
 

 Vai al sito di Interlinea

Vai al bookshop