!

Speciale tg. La messa è finita

A cura di Giorgio Simonelli. Il rito del telegiornale, serale o meno, è caduto, tra reti all news, informazione on line e messaggistica su smartphone. Eppure le news sono sempre al centro del dibattito e le strategie comunicative restano fondamentali. Questo volume osserva le tecniche e gli sviluppi dei telegiornali italiani, proponendo confronti con varie situazioni europee ed extraeuropee, attraverso le ricerche scientifiche di un gruppo di studiosi dell’Università Cattolica di Milano e le testimonianze di professionisti dell’informazione. I saggi analizzano anche una serie di emergenze: dalla guerra ai ragazzi, dal potere dei conduttori al linguaggio in relazione alla politica. Testi di Paola Abbiezzi, Benedetta Andreozzi, Laura Silvia Battaglia, Francesco Buscemi, Emilio Carelli, Elena Colombo,  Massimo Corcione, Joana Curvo, Guendalina Dainelli,  Marco Deriu, Alessia Ferrarotti, Anna Giunchi, Antonio Nizzoli, Laura Ogna, Gian Paolo Parenti, Darwin Pastorin, Sebastiano Pucciarelli, Chiara Rainis, Andrea Salvadore, Giorgio Simonelli, Gaetano Tramontana, Chiara Valmachino, Marina Villa. pp. 296, isbn 978-88-8212-823-4

specialetgmessa

Speciale tg. La messa è finita

A cura di Giorgio Simonelli. Il rito del telegiornale, serale o meno, è caduto, tra reti all news, informazione on line e messaggistica su smartphone. Eppure le news sono sempre al centro del dibattito e le strategie comunicative restano fondamentali. Questo volume osserva le tecniche e gli sviluppi dei telegiornali italiani, proponendo confronti con varie situazioni europee ed extraeuropee, attraverso le ricerche scientifiche di un gruppo di studiosi dell’Università Cattolica di Milano e le testimonianze di professionisti dell’informazione. I saggi analizzano anche una serie di emergenze: dalla guerra ai ragazzi, dal potere dei conduttori al linguaggio in relazione alla politica. Testi di Paola Abbiezzi, Benedetta Andreozzi, Laura Silvia Battaglia, Francesco Buscemi, Emilio Carelli, Elena Colombo,  Massimo Corcione, Joana Curvo, Guendalina Dainelli,  Marco Deriu, Alessia Ferrarotti, Anna Giunchi, Antonio Nizzoli, Laura Ogna, Gian Paolo Parenti, Darwin Pastorin, Sebastiano Pucciarelli, Chiara Rainis, Andrea Salvadore, Giorgio Simonelli, Gaetano Tramontana, Chiara Valmachino, Marina Villa. pp. 296, isbn 978-88-8212-823-4

specialetglamessa

Silvio Biancardi, La chimera di Carlo VIII (1492-1495)

Presentazione di Giancarlo Andenna. Un ampio e documentatissimo volume sul periodo italiano del re di Francia carlo VIII di Valois (1470-1498): «Carlo VIII varca le Alpi alla testa della maggiore armata che gli italiani abbiano visto nel corso del secolo, non motivato da sete di conquista, ma dall’onesto intento di riavere qualcosa che secondo lui gli appartiene: il regno di Napoli. Sua Maestà, convinta di averlo ereditato dai propri antenati, lo vuole anche per farne la base di una crociata contro il Turco. Paradossalmente, sarà proprio un sovrano animato dalle "migliori intenzioni" a rovinare una delle più splendide civiltà che l’uomo abbia saputo costruire, e fare della Penisola un campo di battaglia corso per trecentocinquanta anni dagli eserciti di tutta Europa» (dall'Introduzione). pp. 824+XXXIV, isbn 978-88-8212-764-0.
biancardiiied

Poesia civile. Contributi per un dibattito

A cura di Giusi Baldissone. La funzione della poesia nella vita civile è tema complesso e attuale: questa raccolta di relazioni, frutto della tavola rotonda organizzata in occasione della quinta edizione del Festival di poesia civile di Vercelli, offre un panorama vasto e ricco di stimoli: la letteratura e la cultura francese engagées nel saggio di Laurence Audéoud; la prospettiva civile nella letteratura italiana, offerta da Giusi Baldissone; le proposte per una riflessione teorica nell’intervento di Federico Bindi; l’ottica comparatistica, sia con la letteratura nordamericana che con quella russa, negli interventi di Guido Carboni e Stefania Sini; l’analisi linguistica delle forme in cui la poesia civile si manifesta nel contributo di Marina Castagneto; la poesia spagnola nel suo incontro con la canzone d’autore, proposta da José Manuel Martín Morán; gli esempi ungheresi e tedeschi, nei saggi rispettivamente di Judit Papp e di Miriam Ravetto. Gli autori si pongono l’obiettivo, da una parte, di offrire esempi di poesia civile nella storia e, dall’altra, di verificare e giustificare la funzione della poesia nell’età contemporanea nel tentativo, come scrive Giusi Baldissone nella presentazione, di offrire «una sorta di manifesto» da proporre «alla riflessione e all’ulteriore approfondimento, per gli anni a venire». pp. 80, isbn 978-88-8212-750-3

poesiacivile

Filippo Maria Ferro, L’anima dipinta. Scritti di arte lombarda e piemontese

Presentazione di Giovanni Romano. Dopo i testi fondamentali di Testori ecco «un nuovo elogio dell’arte novarese», come scrive Giovanni Romano nella presentazione. L’autore fa il punto degli studi sui maggiori pittori e sulle principali opere di artisti tra Lombardia e Piemonte del calibro di Gaudenzio Ferrari, Lanino, Tanzio da Varallo, Cerano, Fiammenghino, Bonola, Ranzoni e altri, sempre affrontati da punti di vista inediti e con stile a tratti vibrante e appassionato. Filippo Maria Ferro si fa così narratore delle «storie dipinte» individuando, sulle orme testoriane, una «tradizione d’affetti, d’esigenze spirituali ed espressive» che questo volume offre con un ricco apparato illustrativo anche a colori. pp. 280, isbn 978-88-8212-625-4

animadipinta

Boiardo, il teatro, i cavalieri in scena

Atti del convegno Scandiano 15-16 maggio 2009, a cura di Giuseppe Anceschi e William Spaggiari. Un saggio che nasce dalla preoccupazione per la «sempre più diffusa abitudine “in politica, ma non solo in politica; in Italia, ma non solo in Italia” non tanto a mentire nel senso proprio del termine, quanto a falsificare il significato delle parole: le proprie, e quelle degli altri». Tale falsificazione non può non avere una ricaduta dal punto di vista morale, sociale e politico, poiché, revocando in dubbio il legame tra linguaggio e verità, genera una complessiva sfiducia nei rapporti umani. Da qui il bisogno di recuperare una cura amorevole per la parola, e per una parola indirizzata al bene; e da qui la necessità di tornare ai grandi autori della tradizione letteraria italiana, che ha spesso saputo coniugare etica ed estetica, bene e bello. I testi di Dante, Manzoni, Levi che qui si esaminano «mettono a tema il potere della parola, mostrandone il volto salvifico ma anche quello terribile»; e ci forniscono gli strumenti per rinsaldare quel legame originario tra verità e linguaggio, che costituisce il fondamento dei rapporti umani e che consente di dare vita a un nuovo umanesimo integrale. pp. 296, isbn 978-88-8212-727-5

boiardoilteatro

Marcello Venturi: gli anni e gli inganni

Atti del convegno di studi Ovada-Molare 26-27 giugno 2009. A cura di Giovanni Capecchi. Sono qui raccolti gli Atti del convegno svoltosi nel giugno 2009 con l’obiettivo di ripercorrere i momenti fondamentali del lavoro di Marcello Venturi, dagli esordi come scrittore all’attività giornalistica, dal successo di Bandiera bianca a Cefalonia all’impegno costante per non dimenticare il sacrificio della Divisione Acqui, da L’ultimo veliero ai romanzi del Monferrato, dalla stagione degli “anni” e delle speranze a quella degli “inganni” e delle delusioni. Non mancano inoltre, nel volume, una riflessione sulla lingua dei racconti di Venturi e una serie di interventi tematici (sul viaggio, sulla malinconia, sulla percezione del tempo), con l’intento di offrire una lettura trasversale di un’opera che si è snodata lungo circa sessantacinque anni, dagli esordi nel 1942 all’uscita del volume All’altezza del cuore, edito proprio alla vigilia della scomparsa dell’autore avvenuta il 21 aprile 2008, giorno del suo ottantatreesimo compleanno. Interventi di Luigi Ballerini, Alfredo Barberis, Andrea Camilleri, Giovanni Capecchi, Arturo Colombo, Paolo Conte, Julia Dobrovolskaja, Marisa Fenoglio, Gian Carlo Ferretti, Elio Gioanola, Stefano Giovannuzzi, Bodo Guthmüller, Giovanna Ioli, Laurana Lajolo, Raimondo Luraghi, Giuseppe Marcenaro, Giovanni Meriana, Carlo Prosperi, Luigi Surdich, Enrico Testa, Arturo Vercellino, Stefano Verdino. pp. 280, isbn 978-88-8212-736-7.

marcello venturi

Mario Cannas, Appunti di anatomia umana

Apparato locomotore e cardiocircolatorio, con illustrazioni esplicative, pp. 240, isbn 88-8212-156-9

Federico Giuliani, Strumenti e regole del commercio internazionale

Dalla cooperazione multilaterale tra stati all'esigenza di norme sovranazionali nel settore commerciale, pp. 144, isbn 88-8212-112-7

Federico Maria Giuliani, Diritto e pensiero. Prolegomeni

Un testo tra il diritto comparato e la filosofia del diritto. pp. 48, isbn 88-8212-225-5

Siro Lombardini, L'economia oltre il 2000: crisi, ripresa o svolta?

Un aggiornatissimo intervento in occasione dell'ingresso dell'Italia nell'Euro, con prospettive e ipotesi, pp. 96, isbn 88-8212-193-3

Piermario Ferrari, Ragioni e passioni politiche

Gli editoriali di "Città dell'uomo", 1995-2000. Con testi di Luigi Franco Pizzolato e Bartolomeo Sorge. pp. 80, isbn 88-8212-261-1

Eugenio Treves, Niccolò Barbieri detto il Beltrame, comico del secolo XVII.Saggi dispersi e inediti

A cura di Giusi Baldissone. Uno studio in tre parti su un importante autore-attore della Commedia dell'Arte: Nicolò (o Niccolò) Barbieri (1576-1641), che ebbe grande fama in Francia, tanto da godere della considerazione di Luigi XIII. Di Treves (1888-1970), vercellese come Barbieri, si ricorda la determinante collaborazione al Dizionario Palazzi negli anni Trenta, riconosciuta in tutta la sua validità solo dopo la guerra (Treves era stato discriminato per le sue origini ebraiche). pp. 48, isbn 88-8212-220-4

Aldo Masella, Storia della danza

Prefazione di Nicholas Beriozoff. L'arte della danza in rapida sintesi, dall'antico Egitto e dalla Grecia fino all'ultimo scorcio del Novecento. Con una sezione iconografica e un'appendice di documenti. pp. 160+XXXII, isbn 88-8212-159-3

Novaria 2000. Opportunità e fattori di sviluppo dell'area novarese

Gli investimenti infrastrutturali progettati o in corso di esecuzione offrono significative opportunità di sviluppo economico al territorio novarese, tanto nel settore industriale quanto in quello dei servizi. Si tratta di sfruttare al meglio un'invidiabile collocazione geografica e le notevoli potenzialità del tessuto economico, ambientale e sociale esistente. Con interventi di Giancarlo Lombardi, Massimo Sabatini, Lucio Susmel, Ilario Viano, Sergio Vedovato, Giuseppe Vegas, Pier Luigi Bersani. pp. 120, isbn 88-8212-025-2

Il cuore antico della città

Politiche e strategie per il patrimonio culturale: il Broletto di Novara centro di rinascita urbana. A cura di Maria Laura Tomea Gavazzoli e Dorino Tuniz. Interventi di Fredi Drugman, Arturo Fittipaldi, Guido Guerzoni, Michael Hutter, Pasquale Malara, Gianfranco Pagliettini, Giovanni Pinna, Carlenrica Spantigati. pp. 128, isbn 88-8212-203-4

Domenico Cuttaia, Il decentramento amministrativo. Profili attuativi e organizzativi

L'affermazione del principio di sussidiarietà; le relazioni istituzionali fra Stato, Regioni ed enti locali e il nodo del coordinamento operativo in sede locale; l'organizzazione delle pubbliche amministrazioni centrali e degli enti locali; delegificazione e semplificazione; la semplificazione amministrativa: le relazioni tra le pubbliche amministrazioni e tra queste e i cittadini; gli effetti sulle attività commerciali e imprenditoriali. pp. 64, isbn 88-8212-208-5

Elisabetta Pelli, Le parole della risaia. Un'indagine etonolinguistica nel Vercellese

Con introduzione di Eugenio Turri, Salvatore Sutera e Andrea Longhi; postfazione di Sabina Canobbio. Dare voce a una cultura, salvandone le parole: voce che si leva dal profondo della pianura piemontese, che per secoli ha vissuto di una specialissima attività agricola (oggi in stadio preagonico?). Parole per non dimenticare: da quelle del ciclo di lavorazione del riso al catalogo degli attrezzi, da quelle che designano gli animali a quelle dei momenti liberi. pp. 202, isbn 88-8212-163-1

Roberto Bertoldo, Nullismo e letteratura

Per una filosofia fenomenica e una epistemologia della letteratura postcontemporanea. Che cosa manca alla letteratura e agli scrittori per essere al passo coi tempi? In un'indagine sull'uomo che cerca di uscire dal nichilismo, l'autore propone, rintracciando i prodromi nella storia della cultura occidentale e recuperando i valori di una filosofia ancorata alla realtà, le possibili direttrici di una letteratura che riscatti, con la sua scientifica creatività, l'uomo e la storia. pp. 164, isbn 88-8212-161-5

Saviotti, Simonin, Zamagni, L'Istituto Guido Donegani di Novara

La storia di un glorioso istituto di ricerca, uno dei più importanti in Italia per l'industria chimica: le vicende della fondazione, legate all'incontro di due personaggi di primo piano, Giacomo Fauser e Guido Donegani; gli anni oscuri della guerra; la riorganizzazione e la fase del massimo sviluppo nei due decenni fra il 1948 e la fine degli anni sessanta. La storia dell'Istituto Donegani è anche la storia dell'industrializzazione italiana con tutte le sue luci e le molte ombre, tra spinte improvvise e bruschi rallentamenti imposti dai periodi di recessione e dalle battaglie politiche e finanziarie che hanno visto al centro l'industria chimica. pp. 296, isbn 88-8212-277-8