Luigia Sorrentino
Olimpia
Prefazione di Milo De Angelis
Postfazione di Mario Benedetti
Interlinea, pp. 112, euro 14,
Edizioni di poesia a tiratura limitata
isbn 978-88-8212-883-8

Scrivendo Olimpia, Luigia Sorrentino scrive il libro della sua vita. Olimpia punta all’essenza, tocca in profondità le grandi questioni dell’origine e della morte, dell’umano e del sacro, del nostro incontro con i millenni. Ha uno sguardo lungimirante: sguardo ampio, prospettico, a volo d’aquila. Ma ha anche improvvisi affondi nella fiamma del verso. E proprio l’intreccio tra l’infinito e il mortale è uno dei motivi centrali di questo percorso. Olimpia riesce ad esprimere un tempo assoluto, e lo fa in modo mirabile, con architetture possenti ma anche con i guizzi fulminei della vera poesia. Tempo assoluto che contiene ogni tempo. E ci getta di volta in volta in una diversa epoca della nostra vita: siamo antichi e adolescenti, certi e smarriti, ci immergiamo in questo giorno carico di attesa e di rivelazione, sempre sulla soglia di una scoperta cruciale. «Siamo colui che sprofonda a un passo da noi», scrive Luigia, «di padre in padre siamo stati / quella tua età sparsa nella casa».
 

L'AUTRICE

Luigia Sorrentino è nata a Napoli, ma ha abitato fino al termine degli studi universitari con i genitori a Torre del Greco. Giornalista professionista, vive a Roma e lavora in Rai. Da diversi anni collabora attivamente ai programmi culturali e televisivi di Rainews realizzando interviste con autori italiani e stranieri di calibro internazionale. Attualmente è ideatrice e conduttrice di programmi per Rai Radio Uno tra i quali il settimanale Notti d’autore, viaggio nella vita e nelle opere dei protagonisti del nostro tempo (www.radio1.rai.it). Cura per il sito di Rainews Poesia, di Luigia Sorrentino (poesia.blog.rainews24.it), il primo blog di poesia della Rai da lei ideato. Ha pubblicato le raccolte di poesia: C’è un padre (Manni, Lecce 2003), La cattedrale (Il ragazzo innocuo, Milano 2008), L’asse del cuore (Almanacco dello specchio, Mondadori, Milano 2008), La nascita, solo la nascita (Manni, Lecce 2009).
 

UN BRANO DEL LIBRO

 tutta la nostra attesa era
in una madre che ritorna
nel regno dei vivi e dei morti
frantumato dinnanzi a lei
 

tutto si era placato fra i tronchi
dei lecci 

senza steli stavamo sulla spianata
trasportati qui dove si tace di gioia,
tace su tutto chi possiede
quello spirito del futuro
sopra le rovine
 

ORDINA IL LIBRO
Per le spese di spedizione clicca su "Condizioni di vendita" nel menu in alto

 Vai al sito di Interlinea

Vai al bookshop

Torna