Giuseppe Bonazzi
Prima dell’alba. Racconti di guerra e di amore
Presentazione di Giusi Baldissone
pp. 208,
18, isbn 978-88-8212-673-5

Negli anni bui della guerra civile quattro adolescenti scoprono amore e sessualità e ciascuno a suo modo ne resta segnato. In quel contesto di morte quattro giovani donne li aiutano a loro insaputa a diventare uomini. Il titolo rinvia a parole («prima dell’alba») che ritornano in tutti i racconti legando queste tormentate storie di formazione fino alla soluzione finale ispirata ad Hannah Arendt: alla banalità del male basta contrapporre la banalità del bene. In questo primo libro di narrativa Giuseppe Bonazzi (ha insegnato sociologia dell’organizzazione all’Università di Torino e ora, in pensione, si dedica a letteratura e antropologia) torna con la memoria a Casale Monferrato, suo luogo d’infanzia e di pubertà durante la guerra: «[…] la notte è più nera proprio prima dell’alba. Voglio sperare che sia così e che tra pochi mesi sarà finito questo tempo terribile per ricominciare a vivere liberi e in pace».
 

L'autore

Giuseppe Bonazzi ha insegnato per trent’anni sociologia all’Università di Torino, dove vive. Tra i suoi libri, In una fabbrica di motori (Feltrinelli 1975) e Lettera da Singapore (Il Mulino 1996), oltre a Lampadine socialiste e trappole del capitale. Come diventai sociologo (Il Mulino 2006). Prima dell’alba è il suo esordio in narrativa.
 

ORDINA IL LIBRO
Per le spese di spedizione clicca su "Condizioni di vendita" nel menù in alto
 

 Vai al sito di Interlinea

Vai al bookshop

Torna