Il tuo browser non supporta JavaScript!

Contadine, ricamatrici e barcaiole "Le valorose ragazze di Lesa"

06.03.2020
Da "La Stampa", Valentina Sarmenghi su "Le ragazze valorose di Lesa"

«Attraversano tutto il Novecento i racconti contenuti nel  volume Le valorose ragazze di Lesa, paese in provincia di Novara affacciato sul lago Maggiore. Storie di donne raccontate da altre donne per un progetto tutto al femminile promosso dall'associazione "Terra di confine". Nel libro, edito dalla novarese Interlinea, si scoprono le storie delle ricamatrici, di Luigina la contadina, della fotografa Dea Visconti, della Pina del Bar Sport, delle suore dell'asilo, delle giovanissime partigiane e molte altre. Vite molto diverse tra loro ma che hanno in comune la determinazione di chi quotidianamente lotta per qualcosa. "E dire che a nessuna di loro è dedicata una via del paese sottolinea la curatrice Rossella Köhler, membro dell'associazione Terra di confine »

Le valorose ragazze di Lesa

Storie di donne del Novecento

a cura di Livia Casagrande, Lucilla Giagnoni, Rossella Köhler, Patrizia Lanfranconi, Todesco Maria Grazia, Laura Pezzi, Maria Grazia Rodi, Letizia Romerio Bonazzi

editore: Interlinea

pagine: 152

C’è un paese sul lago Maggiore, Lesa, dove nessuna via è intitolata a personaggi femminili, salvo una, dedicata alla Regina Margherita. È tempo di rimediare, lanciando una nuova toponomastica e intitolando idealmente ogni via di Lesa alle donne che hanno segnato la sua storia. Ed è ciò che si propone di fare questo libro: riportare alla luce la storia di alcune di quelle donne valorose e straordinarie, tutte differenti, ma accomunate da coraggio, generosità e orgoglio, che hanno dato un contributo fondamentale alla costruzione della comunità di questo piccolo paese, come di tanti altri in Italia. Ricordi e storie raccolti da un gruppo di donne di oggi, che hanno aperto armadi e bauli alla ricerca di immagini e volti, incontrando la fatica e la guerra del passato ma anche la gioia e la speranza nel futuro. E, come capita quando si guarda con occhi stupiti e curiosi ciò che ci circonda, hanno scoperto meraviglie e qualche inaspettata sorpresa, come l’incontro con Liliana Segre.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento