Il tuo browser non supporta JavaScript!

Chi amiamo dentro lo schermo

Recensione di: Trasparenza
01.01.1970
Da "Corriere della sera.it", Guido Monti su Trasparenza di Maria Borio

«C’è una poesia, nel libro Trasparenza di Maria Borio, nella seconda sezione dal titolo L’Impuro, in cui si parla proprio dei primi segni di un mondo predigitale e prodromico a ciò che verrà: tubi catodici, scarti televisivi, tracce audio; ciò che ci circonda in qualche modo comincia ad essere contenuto in quella prima trasparenza vitrea, piena di movimenti che non è il vetro riflettente che ci ha riflesso per millenni»

Trasparenza

di Maria Borio

editore: Interlinea

pagine: 144

Una poesia che nasce dalla fluidità di un mondo liquido, sintesi tra puro e impuro.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento