Il tuo browser non supporta JavaScript!

Dal Bologna al Lager, una vergogna italiana

02.02.2020
Da "Alias" di "Il Manifesto", Massimo Raffaeli su L'allenatore ad Auschwitz di Giovanni Cerutti

« Monografia di Giovanni A. Cerutti, L'allenatore ad Auschwitz Àrpàd Weisz: dai campi di calcio italiani al Lager (Interlinea, con un piccolo album fotografico, pp. 107, € 12,00), che si segnala per il fatto di ricondurre i documenti, con chiarezza didascalica, alla ormai sterminata bibliografia sulla Shoah. La parabola sportiva di Weisz è nota: ex giocatore di discreta caratura, tecnico viceversa d'avanguardia per i metodi di allenamento, approda all'Inter dove vince il primo campionato a girone unico (1930) e lancia il più grande fra i nostri calciatori, l'allora imberbe Giuseppe Meazza; dopo comparsate a Novara e Bari, si afferma appunto nel Bologna che la voce popolare vuole lo «squadrone che tremare il mondo fa»»


L’allenatore ad Auschwitz

Árpád Weisz: dai campi di calcio italiani al lager

di Giovanni A. Cerutti

editore: Interlinea

pagine: 128

Calcio e discriminazione: la storia di Árpád Weisz il grande allenatore degli anni trenta che scoprì Giuseppe Meazza, costretto dalle leggi razziali dai campi di calcio italiani al lager.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.