Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il moto bifronte – Su Vera deve morire di Julian Zhara

Recensione di: Vera deve morire
22.01.2019
Da "La Balena Bianca", Alessandro Mantovani su Vera deve morire di Julian Zhara

«Cosa vuol dire parlare d’amore in poesia oggi? Questi sono solo alcuni tra gli interrogativi che emergono da una lettura attenta e che portano a un’unica risposta: parlare d’amore, oggi, diventa parlare di un problema, anche sociale. Fin dall’esergo, che recita «il nostro sogno vile | amarsi senza dolore», è chiara l’intenzione di presentare l’esperienza amorosa come qualcosa di filosoficamente complesso. L’amore viene esposto come un’esperienza al negativo, come decostruzione del sé, evitando anche in questo caso lo scivolamento insipido in una rappresentazione posticcia e nichilista del sentimento [...]»

Leggi l'intervista completa su labalenabianca.com

Vera deve morire

di Julian Zhara

editore: Interlinea

pagine: 64

«parole semplici, poche, dentro la bocca / come il picchiettìo del rubinetto / chiuso male»

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento