Il tuo browser non supporta JavaScript!

Julian Zhara intervistato da G. Galloni

Recensione di: Vera deve morire
05.07.2019
Da "Inverso", Gabriele Galloni su Vera deve morire di Julian Zhara

«“Vera deve morire” (Interlinea, 2018). Un libro che, come ti ho già detto in privato e in pubblico, è tra i titoli più interessanti non solo della presente stagione letteraria, ma di questi primi anni duemila tutti. Per la lingua; il lavoro sulla metrica, sulla parola. Sulla musica. Ti va di raccontarcelo?

L’impressione è che, dietro, ci sia un lavoro piuttosto lungo e articolato.Ti ringrazio per l’attestato di stima. “Vera deve morire” per me è stata una scommessa: lavorare con un corpo morto, ossia la poesia d’amore di un poeta giovane ed eterosessuale, alla fine degli anni ’10. Un tabù nel mondo della poesia. »

Vera deve morire

di Julian Zhara

editore: Interlinea

pagine: 64

«parole semplici, poche, dentro la bocca / come il picchiettìo del rubinetto / chiuso male»

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento