Il tuo browser non supporta JavaScript!

La "Storia di'Italia" nella lingua di oggi

Recensione di: Storia d’Italia
06.02.2020
Da "Il Corriere di Novara", Ercole Pellizzone su Storia d'Italia di Francesco Guicciardini, a cura di Claudio Groppetti

«Una impressionante e talvolta febbrile galleria di personaggi, con "poca prudenza" e "troppa ambizione": re, papi, imperatori, principi, vescovi, capitani di ventura, ambasciatori, ritratti dal vivo, mentre la soldataglia anonima è pronta a combattere, marionette tirate coi fili dai propri comandanti, che dominano il proscenio, ora sull'altare, ora nella polvere. Della laboriosa fatica durata anni il prof. Groppetti dà atto, nei "ringraziamenti" finali, alla presenza soccorrevole di alcune persone: la moglie Graziella, cui è dedicato il lavoro, da oltre mezzo secolo compagna di vita e preziosa collaboratrice e il nipote Jacopo pronto a trasferire al computer ciò che la penna stilografica del nonno accumulava su carta. Così che il lettore di questo classico austero e severo, può ora accogliere e premiare con ammirazione e umanissima simpatia la meritoria impresa del "traduttore". »

Storia d’Italia

Versione nella lingua italiana di oggi

di Francesco Guicciardini

editore: Interlinea

pagine: 884 + 896

Torna un grande classico della storia della letteratura del Cinquecento in una nuova versione aggiornata nella lingua italiana di oggi: la Storia d’Italia di Francesco Guicciardini è un viaggio appassionante nell’Italia del Rinascimento che ricostruisce con cura minuziosa le guerre, gli intrighi e le lotte per l’egemonia nella penisola. Condottieri, truppe mercenarie, principi, mecenati e ambasciatori, papi e ambiziosi sovrani si susseguono tra le pagine del Guicciardini, che descrive con spregiudicatezza e acume da diplomatico la perenne lotta per il potere sullo sfondo di un’Italia ormai in decadenza e ridotta a terra di conquista da parte di potenze straniere. Quarant’anni cruciali, tra il 1492 e il 1534, in cui lo scrittore fiorentino, protagonista e osservatore diretto degli eventi, ripercorre la crisi degli Stati italiani fino all’esito finale, che vedrà nella Spagna la nazione egemone e dominatrice. Grazie alla nuova versione di Claudio Groppetti, il capolavoro storiografico di Guicciardini si riafferma come testo fondamentale per comprendere la nostra storia nazionale.      

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento