Il tuo browser non supporta JavaScript!

Poesia italiana contemporanea a Madrid una mappa immaginaria

Recensione di: Tempo riflesso
08.10.2019
Da "L'Eco di Bergamo", Giulio Brotti su Tempo riflesso e Tribunale della mente di Corrado Benigni

"Nato nel 1975 a Bergamo, dove vive e lavora, Benigni esporrà tra oggi e domani, a Madrid, alcune sue conside-razioni incentrate su sette parole chiave («assertività», «performance», «io», «mon-do», «sperimentazione», «co-noscenza», «affettività»). «La poesia italiana contempora-nea - egli premette - è molto letta anche all'estero. Proprio perché ci troviamo in un peri-odo di grande fermento, c'è anche bisogno di fare ordine: dopo la scomparsa di poeti e critici autorevolissimi come Mario Luzi e Giovanni Rabo-ni, si avverte la necessità di ri-definire dei "canoni", di rista-bilire dei criteri di valore per poter giudicare una produ-zione poetica quanto mai va-sta»."

Tempo riflesso

di Corrado Benigni

editore: Interlinea

Corrado Benigni riflette sul tempo delle nostre esistenze, quasi un «rarefarsi in forma di persone», in questo libro che è un tentativo di sottrarsi al flusso della vita e quindi di condensare il tempo

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.