Il tuo browser non supporta JavaScript!

Rossella, lo sguardo oltre la porta

Recensione di: Quello che vedo
20.01.2022
Da "Il Mattino", Alessandra Pacelli su Quello che vedo di Valeria Rossella

«Valeria Rossella in "Quello che vedo" (Interlinea, pagine 63, euro 12) ovviamente ci dà conto di un suo parziale punto di vista quello che lei osserva nelle cose e negli altri abitato da fantasmi, presenze, e soprattutto surreali emozioni che fanno gola al lettore: "rido e mi escono colombi dalle mani".»

LEGGI L'ARTICOLO

Quello che vedo

di Valeria Rossella

editore: Interlinea

pagine: 72

Delle cose che il poeta vede e che hanno pari grado di esistenza ma si manifestano diversamente: è ciò di cui parla questo libro di poesia perché è la ragione della poesia stessa. Le visibili passano per i sensi, le invisibili amplificano la realtà, tanto che «la realtà cambia di grado e sale / rapidamente una febbre nelle immagini». È allora una giostra struggente come la vita che, nel suo inarrestabile moto perpetuo, ci restituisce un eterno presente, dove schizzo dal vero e visione convivono: «Vengono a trovarmi gli amici, ma da giovani, / emergono dal permafrost degli anni, / sgranati nel temporaneo disgelo», nella certezza che «il vecchio dio cieco ci vede come ombre» e che, infine, «il grido / che annuncia l’alba pare di un uccello / invece è il tempo che piange ininterrotto».

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.