Il tuo browser non supporta JavaScript!

Si può scrivere sulle tragedie di guerre e migranti?

Dove

via Camillo Benso Cavour, 4 Vercelli

Quando

domenica 28 ottobre 2018
dalle 11.30 alle 12.30
Testimonianza in poesia di Rossella Frollà, con intervento di Luigi Bobba, in occasione del Festiva internazionale di Poesia civile
Tag:
Eleanor
Non fummo mai innocenti: dalla Bosnia alla Siria
Rossella Frollà
Eleanor è una reporter e raccoglie in prima persona tutta la conoscenza che il male, la guerra e il terrorismo possono rivelare. La storia va dal conflitto armato in Bosnia (1992/95) agli sbarchi sull’isola di Lampedusa, sulle isole greche, al terrore degli ultimi fatti di Parigi. Eleanor indossa e smette i panni delle vittime e dei carnefici, del bene e del male, dell’Amore e della violenza in un distacco dal sé che la priva di ogni individualità e lascia parlare solo la sua ambizione più alta di portare il bene nel mondo, nel mentre si racconta il male. Quattro storie raccontano la frammentarietà di questo nostro mondo, oggi estremamente agitato e vulnerabile, che pare abbia perso la pace. È un libro incalzante e ricco di tesori profusi senza astuzie.


Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.