Il tuo browser non supporta JavaScript!

Andrea De Alberti racconta in versi il suo Cervantes e don Chisciotte

Recensione di: La cospirazione dei tarli
07.10.2019
Da "La Provincia Pavese", Gaia Curci su La cospirazione dei tarli di Andrea De Alberti

«"Sono circa cinquanta liriche che seguono un unico tema - spiega Andrea De Alberti - quello di ricostruire, passo dopo passo, la vicenda personale e letteraria di un autore affascinante
come Cervantes. In lui ritengo che chiunque si possa immedesimare, perché era un uomo qualunque, che sin dall’inizio ha cercato la fama, la stabilità economica, l’amore, e che, suo malgrado, ne ha passate di tutti i colori."».

La cospirazione dei tarli

L’universo di don Chisciotte

di Andrea De Alberti

editore: Interlinea

pagine: 80

«Ho tolto il suo peso a un uomo perduto»: La cospirazione dei tarli può essere letto come una biografia poetica di Cervantes. I tarli non sono quelli in una vecchia edizione del Don Chisciotte: sono tarli mentali eppure reali. Infatti questo libro racconta anche la storia di Francesco Pacheco, quel pittore che dipinse tutti i più grandi personaggi spagnoli del suo periodo a eccezione di Cervantes. La ragione è curiosa: Pacheco era ossessionato dal rumore dei tarli nella tela e non riuscirà mai a terminarne l’opera. Spetterà così solamente a Cervantes costruire passo dopo passo la sua vicenda personale e letteraria attraverso la figura del Chisciotte, perché «chi tradisce una segreta abitudine è sotto minaccia di una stagione di fuoco».

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.