Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ero donna nel corpo di un uomo, sono rinata attraverso un dolore minimo

Recensione di: Dolore minimo
16.06.2018
Da "Tuttolibri - La Stampa", Alberto Bertoni, su Dolore Minimo di Giovanna Cristina Vivinetto

«In definitiva, pochi libri in versi degli ultimi anni hanno saputo raggiungere come Dolore minimo una compattezza tanto estrema, in virtù della quale Orfeo torna solo nel mondo, dopo esser diventato lui Euridice ed essersi calato nel presente assoluto di un oggi e qui tutt'altro che accogliente : "Ora che una grande paura mi prende./ Ora che so di dover andare sola"».

Dolore minimo

di Giovanna Cristina Vivinetto

editore: Interlinea

pagine: 148

Il diario in versi di una giovane poetessa transessuale, Giovanna Cristina Vivinetto abbatte un tabù culturale con la poesia

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.