Favetto “Cerco l’eros come esperienza totale per afferrare la vita”

Recensione di: Dell'infinito amore
01.11.2022
Dell'infinito amore Da "La Repubblica - Torino Cultura", su Dell'infinito amore di Gian Luca Favetto

«"Il mestiere del giornalista non può essere scrivere, è andare vedere le cose e riportarle. Questo è il mestiere di chiunque scrive che si mette in comunicazione con l’altro e di chi gli sta attorno e di chiunque voglia vivere l’eros e la vita rispetto a tànatos, la morte"».

LEGGI L'ARTICOLO

Dell'infinito amore

di Gian Luca Favetto

editore: Interlinea

pagine: 80

«Fuori di noi, amata, non esistono amori» scrive Gian Luca Favetto in questo reportage tra le parole dell’amore erotico e sentimentale, come stato d’animo e azione fisica che si innescano l’una con l’altra e diventano un unico canto, un unico discorso sulla vita. Così nel libro «di tutto l’infinito amore / che ha corso i corpi i brividi gli umori / qui resta l’eco».

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*