Il tuo browser non supporta JavaScript!

FERRETTI (GIAN CARLO). "Il marchio dell'editore"

Recensione di: Il marchio dell'editore
29.11.2019
Da "L'immaginazione", Silvia Cavalli su "Il marchio dell'editore" di Gian Carlo Ferretti

«Una mappa estesa e dettagliata, utilissima per orientarsi all’interno del contesto editoriale, con una rete di riferimenti che ricostruisce anche il punto di vista del pubblico: chi legge ciò che gli intellettuali decidono di stampare, qual è l’accoglienza riservata alle operazioni sperimentali, cosa distingue un classico da un libro di consumo, come le concentrazioni editoriali stanno modificando le abitudini degli acquirenti, qual è il divario tra i pochissimi lettori forti
e la massa dei non lettori. Soprattutto, ciò che si trova in Il marchio dell’editore è una lunga, costante riflessione sull’importanza degli archivi editoriali: strumenti indispensabili per la ricerca letteraria e luoghi da cui non si può
prescindere se si vuole indagare nei meccanismi dell’editoria.»

Il marchio dell'editore

Libri e carte, incontri e casi letterari

di Gian Carlo Ferretti

editore: Interlinea

pagine: 384

Il lavoro culturale che sta dietro i libri – tra edi­tori protagonisti, collane che hanno fatto epoca, carte di scrittori e scaffali di librerie – emer­ge dall’autobiografia intellettuale, personale e collettiva, di uno dei maggiori studiosi dell’edi­toria italiana. Gian Carlo Ferretti costruisce un libro nuovo, riorganizzando e riscrivendo saggi mai raccolti in volume (con due sole eccezioni) su Gramsci e Vittorini, Bompiani e Bollati, Linder e Zavattini, Eco e Pasolini, e su contratti e censure, lettori e non lettori, testi e prodotti, analisi di mer­cato e ricerche d’archivio, via via fino alla mag­matica galassia della Rete. Con un ampio saggio introduttivo e con molti inediti.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.