Quei percorsi nella lirica tra realtà e visioni alla ricerca di se stessi

Recensione di: La seconda bellezza
21.01.2023
La seconda bellezza Da "Robinson", Maurizio Cucchi su La seconda bellezza. Poesie vegetali di Alberto Nessi

«Un percorso che si svolge attraverso luoghi, situazioni, figure, in una ricca e concreta galleria di personaggi. Non mancano riferimenti a momenti storici con una venatura di testimonianza civile e anche con l'introduzione di termini della contemporaneità, persino tecnologica. Vibrano momenti di dolore senza traccia d'enfasi, ma sempre introdotti da un punto di vista vitale. Insomma un libro che riesce a coinvolgere il lettore e che conferma l'importanza di Alberto Nessi (Mendrisio 1940), figura centrale della poesia ticinese di questi decenni».

LEGGI L'ARTICOLO

La seconda bellezza

Poesie vegetali

di Alberto Nessi

editore: Interlinea

pagine: 184

Questo libro sui segreti delle piante e della natura, specchio dell’umanità, è una vera scoperta della «seconda bellezza», una fioritura di parole e storie. Il decano dei poeti svizzeri, Alberto Nessi, ci invita a seguire le impronte vegetali della vita. è un catalogo di volti botanici, «piante vagabonde che non sanno / dove saranno domani», come noi, «sempre in fuga / da noi stessi, alla ricerca di una luce / che non s’accende se non il mattino / quando siamo soli e un ramo s’agita al vento». il lettore attraversa un prato, costeggia un lago ed entra in un bosco per aiutare il poeta nella sua ricerca, tra un incontro e l’altro: «Questa notte ho perso una poesia / è volata via / s’è impigliata ai rami spogli del glicine…»

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*