Il tuo browser non supporta JavaScript!

Se l'editore è un intellettuale collettivo

Recensione di: Il marchio dell'editore
31.10.2019
"L'indice. I libri del mese" Marzio Zanantoni su Il marchio dell'editore di Gian Carlo Ferretti

"Racconto di una vocazione": cosi Gian Carlo Ferretti intitola l’Introduzione alla sua ultima raccolta di saggi e interventi, dal 1983 al 2018, pubblicata di recente da Interlinea. Titolo perfettamente azzeccato, poiché ciò che questo
libro testimonia, e descrive attraverso i suoi passaggi, è appunto la storia di un studioso che dal 1952, data di “esordio” di questi suoi interessi attorno alla macchina editoriale, ha dedicato una vita allo studio della produzione,
e del mercato librario in Italia, dalla metà del secolo scorso alle trasformazioni avvenute nel nuovo millennio.

Il marchio dell'editore

Libri e carte, incontri e casi letterari

di Gian Carlo Ferretti

editore: Interlinea

pagine: 384

Il lavoro culturale che sta dietro i libri – tra edi­tori protagonisti, collane che hanno fatto epoca, carte di scrittori e scaffali di librerie – emer­ge dall’autobiografia intellettuale, personale e collettiva, di uno dei maggiori studiosi dell’edi­toria italiana. Gian Carlo Ferretti costruisce un libro nuovo, riorganizzando e riscrivendo saggi mai raccolti in volume (con due sole eccezioni) su Gramsci e Vittorini, Bompiani e Bollati, Linder e Zavattini, Eco e Pasolini, e su contratti e censure, lettori e non lettori, testi e prodotti, analisi di mer­cato e ricerche d’archivio, via via fino alla mag­matica galassia della Rete. Con un ampio saggio introduttivo e con molti inediti.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.