Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ecco la guida al «femminaio» dì Eugenio Montale

Recensione di: Le muse di Montale
30.05.2014
Da "Il Venerdì - Repubblica", Giuseppe Marcenaro, su Le muse di Montale di Giusi Baldissone

«Era nelle cose. Ci voleva qualcuno che compilasse, con speciosa iconografia, un catalogo delle donne di Eugenio Montale. Donne ispiratrici. Compagne di strada. Femmine ammirabili, angelicate e complici. Nella compilation (Giusi Baldissone, Le muse di Montale, Interlinea, pp. 120, euro 15) non vi sono scoop. Con diligenza accademica vengono elencate, una dopo l'altra, le figure femminili che hanno incrociato l'esistente di uno dei maggiori poeti italici del Novecento. Senza sussulti, si evitano colpi al cuore e svelamenti clamorosi. Con l'uomo degli ossi di seppia non si è però mai certi. E qualcuno è sempre pronto a fargli le bucce, rinverdendo insane marachelle...»
L'articolo prosegue nell'allegato

Le muse di Montale

Galleria di occasioni femminili nella poesia montaliana

a cura di Giusi Baldissone, Eugenio Montale

editore: Interlinea

pagine: 120

"La ricerca del fantasma femminile percorre tutta l'esistenza di Montale e tutta la sua scrittura"

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.