Il tuo browser non supporta JavaScript!

ERBA La poesia del «bricoleur»

Recensione di: I miei poeti tradotti
16.09.2014
Da "Avvenire - Millano", recensione di Bianca Garavelli, su I miei poeti tradotti di Luciano Erba

«In volume le traduzioni che il poeta e critico scomparso nel 2010 sentiva più "sue", da Villon a Claudel Un "artigianato della parola" che crea attraverso la riscrittura».

Per continuare a leggere clicca qui
Tag:

I miei poeti tradotti

di Luciano Erba

editore: Interlinea

pagine: 312

Le poesie amate e tradotte da uno dei maggiori autori italiani del Novecento sono raccolte nell’idea che «una traduzione di poesia è sempre destinata ad essere un’altra cosa»

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento