Il tuo browser non supporta JavaScript!

La fatica di essere madre di se stessa

Recensione di: Dolore minimo
31.05.2018
Da "Il Fatto quotidiano", Dacia Maraini, su Dolore minimo di Giovanna Cristina Vivinetto

«La fatica di essere madre di se stessa, il difficile compito di partorire un altro da sé che sarà sempre quell'io, sembra dirci l'autrice, assomiglia a uno straziante guardarsi indietro per ritrovare una se stessa lontana e quasi irriconoscibile nei giochi sempre uguali dell'infanzia. Lo sguardo che diventa indagatore, spia, sprofonda, scava cercando di trovare risposte in quella lei ancora nascosta, segreta e lontana.»

Dolore minimo

di Giovanna Cristina Vivinetto

editore: Interlinea

pagine: 148

Il diario in versi di una giovane poetessa transessuale, Giovanna Cristina Vivinetto abbatte un tabù culturale con la poesia

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.