Il tuo browser non supporta JavaScript!

Lutz dipinge con le parole il suo museo del silenzio

08.04.2021
Da "Il Mattino", Alessandra Pacelli sulla raccolta poetica Museo del silenzio. Stillemuseum di Werner Lutz

«Lutz ci porta per mano in un mondo affatato e ce lo racconta con le parole come se dipingesse, descrivendo precisi momenti, attimi carichi di dettagli, scorci inattesi e intimi, in quel modo febbrile tipico del linguaggio delle artivisive, proprio come se la pennellata dovesse giocare il suo ruolo decisivo».
Tag:

Museo del silenzio. Stillemuseum

di Werner Lutz

editore: Interlinea

pagine: 312

I numerosi inviti velatamente rivolti da Werner Lutz al lettore disposto a lasciarsi segretamente coinvolgere dalla sua lirica in prosa.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento