Il tuo browser non supporta JavaScript!

Marchesa Colombi, la voce alle donne

Recensione di: In risaia
19.08.2020
Da "Avvenire", Roberto Carnero su In risaia della Marchesa Colombi

«In risaia è il testo della Marchesa Colombi che più risente dell'influsso del Verismo. Protagonista è Nanna, una giovane contadina del Novarese, la cui vicenda è esemplare dell'esperienza di tante giovani che in quegli anni vedevano sfiorire la propria salute nel malsano lavoro della risaia come "mondine". La circonda un mondo arcaico fatto di gente rassegnata, attaccata agli usi e alle superstizioni del luogo, scarsamente propensa a mettere in discussione la saggezza popolare tramandata dai proverbi dei vecchi. Come tutte le sue coetanee, vorrebbe sposarsi [...]»



In risaia

Racconto di Natale

di La Marchesa Colombi

editore: Interlinea

pagine: 160

Questo romanzo, che è al crocevia della cultura dell’Ottocento, torna nella sua versione definitiva rivelandosi una delle prime testimonianze sul «riso amaro»: una denuncia sociale che nasce dall’introspezione psicologica e si fa letteratura. Nella storia di una ragazza e dei suoi sogni emerge un tema ancora attuale, come dimostra un prezioso testo di Carlo Emilio Gadda qui recuperato.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.