Il tuo browser non supporta JavaScript!

Maurizio Cucchi "La parola scelta difende la lingua"

21.09.2022
Da "Gazzetta di Modena", Michele Fuoco su Nel vasto territorio tossico di Maurizio Cucchi

«Sul senso e situazione della poesia d'oggi si soffermerà, alle 21, al Teatro Fabbri di Vignola, Maurizio Cucchi durante la sua lezione magistrale. Enorme il numero di quelli che scrivono poesie, ma non altrettante le buone proposte e qualità. "La presenza di social e affini fa in modo che molti si proclamino grandi poeti, creando una certa confusione per i più bravi. Anche chi ha qualità evidenti rischia di essere sommerso dagli altri. Ciò accade anche perché non esiste più una società letteraria, di pochi decenni fa, che pur con margini di errori umani decretava quali erano le figure più interessanti per ogni generazione»

LEGGI L'ARTICOLO

Nel vasto territorio tossico

Poesie civili

di Maurizio Cucchi

editore: Interlinea

pagine: 80

«Creatura assai robotica» appare l’umanità di oggi a un intellettuale come Maurizio Cucchi che s’interroga sulla società liquida e inquinata, tra la superficialità dei social e la profondità delle campagne contro i cambiamenti climatici alla Greta Thunberg, nell’idea che i giovani non sono un corpo indistinto «ridotto al gregge e allo sballo». Anzi da loro può venire la capacità di una svolta «nel vasto territorio tossico / che sarà nostro lascito e dono».

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.