Il tuo browser non supporta JavaScript!

Con Celan l'amore è....di versi

Recensione di: Celan
09.06.2021
Da "Il Fatto Quotidiano", Massimo Novelli su Celan. Incontri, voci e silenzi nello spazio della poesia, a cura di Francesco Camera

«Tu sei ovunque nelle mie poesie, Ingeborg, anche là dove sembra che tu non sia. Ti ho spesso rinnegata, Ingeborg, più spesso di quanto riesca a confessare a me stesso, ma io lo so: nel mio cuore ti ho sempre portata con me, così come veramente sei Tu, e sempre le poesie hanno dovuto giungere là dove Tu eri presente. Anche nel secondo volumetto. Anche nelle ultime poesie. È mercoledì 16 ottobre 1957 quando Paul Celan scrive da Parigi a Ingeborg Bachmann. Parole che sono parte di una delle due lettere, inedite in Italia, che il poeta ebreo romeno, il cui vero nome è Paul Antschel, mandò alla scrittrice e poetessa carinziana. Vengono pubblicate nell'ultimo numero della rivista di letteratura e filosofia "Nuova corrente", che è dedicato a Celan, nell'anniversario del centenario dalla nascita.»

LEGGI L'ARTICOLO

Celan

Incontri, voci e silenzi nello spazio della poesia

rivista: Nuova Corrente

pagine: 152

Il fascicolo è dedicato al poeta bucovino di lingua tedesca Paul Celan, nella ricorrenza del centenario della nascita e del cinquantenario della morte

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento