Il tuo browser non supporta JavaScript!

Remigio Bertolino

Remigio Bertolino
autore
Interlinea

Remigio Bertolino è nato a Montaldo Mondovì nel 1948, vive a Vicoforte. Dopo aver conseguito l’abilitazione magistrale, ha lavorato per alcuni anni nelle Acciaierie del Tanaro, dedicandosi, poi, all’insegnamento nella scuola elementare. Ha iniziato a scrivere in dialetto piemontese negli anni settanta con la prosa poetica Mia mare (Mia madre). Ha pubblicato inoltre: L’eva d’ënvern (Era d’inverno o L’acqua d’inverno, Ël Pèilo, Mondovì 1986), Sbaluch (Splendore, Centro Studi Piemontesi, Torino 1989), A lum ëd fiòca (A lume di neve, Lj babi cheucc, Mondovì 1995), Ël vos (Le voci, Interlinea, Novara 2003), Stanse d’ënvern (Stanze d’inverno, San Marco dei Giustiniani, Genova 2006), Versi scelti 1976-2009 (Puntoeacapo, Novi Ligure 2010), La fin dël mond (La fine del mondo, Puntoeacapo, Novi Ligure 2013), Litre d’ënvern (Lettere d’inverno, Aragno, Torino 2015).

Nel 2005 ha dato alle stampe le prose memorialistiche Al ballo del tempo (Liboà, Mondovì), nel 2009 Rabeschi (Gli spigolatori, Mondovì) e il romanzo breve Il maestro della montagna (Liboa, Dogliani), nel 2017 il racconto, a sfondo storico, L’uomo che raccontava della guerra del sale (Neos, Rivoli).

È presente in varie antologie tra cui Poeti in piemontese del Novecento (Centro Studi Piemontesi, Torino 1990); Poesia dialettale dal Rinascimento a oggi (Garzanti, Milano 1991); Il pensiero dominante (Garzanti, Milano 2001); Dialect Poetry of Northern & Central Italy (Legas, Brooklyn 2001); Dialetto lingua della poesia (Cofine, Roma 2015); Il fiore della poesia italiana (Puntoacapo, Novi Ligure 2016).

Libri dell'autore

Nìvole da prim. Nuvole di primavera

di Remigio Bertolino

editore: Interlinea

pagine: 144

«Il suo è un mondo di silenzi, di solitudini, di nudità. Persone e voci che parlano dicendo la loro vita, aggrappandosi ai loro sentieri, descrivendo le loro abitudini, esprimendo le loro afflizioni, ma anche annunciando le loro redenzioni» scrive Giovanni Tesio a proposito di queste Nìvole da prim (Nuvole di primavera), libro di Remigio Bertolino che segna la sua piena maturità letteraria perché «con coerenza estrema e consapevolezza discreta è il poeta che più di ogni altro riesce oggi ad allineare la poesia in piemontese ai risultati della più provve­duta (e pur nei suoi limiti, più nota) poesia in lingua».

Ël vos

di Remigio Bertolino

editore: Interlinea

pagine: 96

Poesie invernali, di un mondo umile, di personaggi semplici e sapienti, di tempi perduti. Nell’opera poetica di Bertolino, come scrive il critico Giovanni Tesio, «si raccoglie l’esito forse più intenso dell’intero panorama poetico piemontese».
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.