Il tuo browser non supporta JavaScript!

Maria Antonietta Grignani

Maria Antonietta Grignani
autore
Interlinea
Maria Antonietta Grignani è una delle migliori discepole di Maria Corti. Storica della lingua e studiosa di poesia italiana del Novecento, ha la cattedra di Linguistica italiana all'Università per Stranieri di Siena. Ha studiato, tra gli altri, Montale e Pirandello.

Libri dell'autore

Natalia Ginzburg

Autografo 58

rivista: Autografo

pagine: 208

Questo numero monografico di “Autografo”, dedicato a Natalia Ginzburg, prende avvio da un convegno organizzato all’Università per Stranieri di Siena nel marzo del 2017. Accanto allo studio di singole opere, quali Lessico famigliare e La famiglia Manzoni (Carbé e Poli), vengono affrontati vari aspetti della scrittrice e della traduttrice: le scelte linguistiche e stilistiche dei testi narrativi e teatrali (Grignani), le peripezie della versione italiana di Proust (Scarpa), l’interesse per i libri per ragazzi (Mattarucco), l’influsso esercitato da Ivy Compton-Burnett e Harold Pinter (Erriu), la ricezione critica (Baldini). Arricchiscono il volume una testimonianza della figlia Alessandra e un piccolo corpus di testi inediti o di difficile reperimento (prefazioni, articoli, lettere). Composto per frammenti – una scelta congeniale alla sua tecnica di narratrice –, questo insieme ci restituisce una Natalia Ginzburg a figura intera.

Traduzione e poesia in Luciano Erba

Autografo 56

rivista: Autografo

pagine: 136

Il numero offre un ritratto di Luciano Erba, poeta, francesista e traduttore, muovendo dall’archivio affidato al Centro Manoscritti di Pavia. Le carte e i documenti, descritti nella Vetrina da Federico Milone, illuminano la storia interna ed esterna del suo lavoro: lo mostrano i contributi critici dello stesso Milone sulla genesi del Prato più verde (1977) e di Samuele Fioravanti sulla raccolta L’ippopotamo (1989), cui si affianca il saggio di Anna Stella Poli sulle traduzioni. Roberto Cicala, Arnaldo Di Benedetto ed Emilio Isgrò, nell’Archivio della memoria, tracciano segmenti complementari di un ritratto dell’intellettuale e del poeta, attraverso schegge di vita privata e riflessioni critiche. Dal ricco corpus epistolare di poeti, amici, critici ed editori, vengono proposte, a cura di Annamaria Azzarone, ventidue lettere inedite di Gianfranco Contini, segnate dalla consueta vivacità linguistica del mittente, ricca di allusioni culturali e no, testimonianza del legame di stima e amicizia tra il critico e il poeta.

Traduzione e Novecento

Autografo 52

rivista: Autografo

pagine: 200

Il volume raccoglie gli interventi del Secondo colloquio “Roberto Sanesi” sulla traduzione letteraria, Pavia 22 e 23 maggio 2014, sul tema Traduzione e Novecento. I contributi indagano il metodo di lavoro di alcuni traduttori-scrittori, primo fra tutti Sanesi, di cui il Centro Manoscritti conserva carte e biblioteca, con le traduzioni da Eliot e Joyce (studiate rispettivamente da Massimo Bacigalupo e Giuliana Bendelli), ma anche nel rapporto con Guanda, suo primo editore (Vincenzo Carfagna), e attraverso la sua biblioteca (Gabriele Rossini). I saggi di Giuseppe Mazzocchi, Sara Pesatori e Sara Sullam si soffermano sulle figure di Antonio Tabucchi, Vittorio Sereni e Piero Jahier come traduttori, rispettivamente, di Pessoa, William Carlos Williams e Graham Greene. Gli interventi di ambito teorico spaziano dall’analisi di testi “estremi” (Franco Nasi), a riflessioni su apparati di commento (Simone Giusti). La sezione Archivio della memoria ospita due intensi ricordi di Roberto Sanesi della moglie Anita e del figlio Federico.

Novissimi (e dintorni) tra due sponde

Autografo 50

rivista: Autografo

pagine: 224

L’archivio di Alfredo Giuliani, da alcuni anni presso il Centro Manoscritti di Pavia, ha svelato innumerevoli e importanti novità, sia in rapporto alla nascita e configurazione del sodalizio e dell’antologia I Novissimi, sia per quanto riguarda l’opera di Giuliani stesso e dei primi suoi compagni di strada: Balestrini, Pagliarani, Porta, Sanguineti. Questo numero della rivista raccoglie gli atti del convegno internazionale di Pavia, che a fine 2012 ha visto “tra due sponde”, l’italiana e la statunitense, ragguagli del tutto sconosciuti sulle carte autografe e sui carteggi, relazioni e proiezioni critiche sulla nuova edizione americana dell’antologia, studi sul promotore Luciano Anceschi e sui diversi poeti, tra cui Amelia Rosselli, Adriano Spatola ed Emilio Villa. Contributi di Ballerini, Milone, Siracusa, Cavatorta, Peterson, Santini, Rizzo, Lorenzini. Una descrizione dell’archivio Giuliani, un inedito e un ricordo di prima mano accompagnano il volume.

Viaggio per l'Italia all'insegna dell'«Unità»

di Alfonso Gatto

editore: Interlinea

pagine: 128

A conclusione dei 150 anni dell’Unità d’Italia sono qui raccolti gli articoli, inediti in volume, che il poeta Alfonso Gatto scrisse in occasione di un viaggio svolto nel 1949

La costanza della ragione

Soggetto, oggetto e testualità nella poesia italiana del Novecento

di Maria Antonietta Grignani

editore: Interlinea

pagine: 192

Il libro studia tre momenti del Novecento attraverso alcuni autori rappresentativi.

Da solstizio a equinozio

Diario amoroso

di Silvana Abruzzese Lattmann

editore: Interlinea

pagine: 80

"Silvana Lattmann, italiana residente in Svizzera segnalatasi fino ad ora soprattutto in quanto poeta, si è aperta tardi alla struttura diaristica
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.