Il tuo browser non supporta JavaScript!

Poema epico sulla Pasqua: un inedito di Erasmo da Rotterdam

Poema epico sulla Pasqua: un inedito di Erasmo da Rotterdam Poema epico sulla Pasqua: un inedito di Erasmo da Rotterdam

Tradotto per la prima volta un poema giovanile, «tra i più potenti ed estesi di Erasmo da Rotterdam» secondo il grande traduttore classico: un’edizione esclusiva in 333 copie con le incisioni contemporanee di Albrecht Dürer, in distribuzione dal 12 aprile

Il decano dei classicisti Carlo Carena ha tradotto per la prima volta un carme sulla Pasqua tra i più estesi e potenti di Erasmo da Rotterdam. In Poema epico sulla Pasqua, con incisioni di Albrecht Dürer, in distribuzione dal 12 aprile (Interlinea, euro 10, a tiratura limitata di 333 copie), l’autore padre della cultura europea, diversamente da altri poeti, dà spazio e rilievo al momento della discesa di Cristo all’inferno, da cui uscirà trionfante, e allora risalirà nei cieli da cui discese pietoso e doloroso. su questo tessuto narrativo e immaginoso, caratteristico della nuova epica, Erasmo sparge le perle della sua immensa conoscenza della letteratura classica, con riferimenti all’Eneide soprattutto, e alla discesa agli inferi di Enea per incontrare il padre Anchise, ma anche alle Georgiche, o alle Metamorfosi di Ovidio: «la poesia non è solo un lampo d’ispirazione, ma, e forse anche più, uno schieramento e un distillato di fonti e modelli di una lunga tradizione, disposti metricamente in un linguaggio elevato», come scrive il curatore e traduttore dell’edizione Carlo Carena.

Carlo Carena, nato a Borgomanero nel 1925 e laureatosi a Torino, dove è stato docente e direttore dei classici Einaudi, è traduttore e critico letterario italiano. Ha curato e tradotto classici latini e greci per Einaudi e UTET, per la collana "Scrittori greci e latini" della Fondazione Lorenzo Valla e per il Poligrafico dello Stato. Ha ricevuto il premio San Gerolamo (1991), il premio Grinzane Cavour per la traduzione (1993) e il premio per la Traduzione del Ministero per i Beni culturali e ambientali. Scrive sul supplemento domenicale del "Sole 24 Ore", oltre che su numerose riviste letterarie. Per la casa editrice Interlinea Carlo Carena ha curato i libri Carlo Dionisotti. La vita, gli studi, il pensiero di un letterato del Novecento e Natale. Le storie della tradizione e, sempre di Erasmo, La capanna natale del bambino Gesù.

Erasmo da Rotterdam nasce a Rotterdam nel 1467. Inizia decenne la sua istruzione in scuole famose, a Gouda e quindi nel ’78 a Deventer. Subentra la vocazione monastica, e poco più che ventenne pronuncia i voti come agostiniano, entrando nel chiostro di Steyn. Si dà agli studi classici e compone numerosi carmi latini. Nonostante le prime insofferenze per la vita monacale, nel 1492 è ordinato sacerdote e nel 1495 si reca a Parigi, nel collegio degli studenti poveri Montaigu per seguire i corsi universitari. Torna più volte in Olanda, dove ha amici e protettori insigni, per recarsi poi in Inghilterra nel 1499. Nel 1500 esce la prima edizione degli Adagia, elenco e commento di proverbi e motti, che, proseguiti in tutta la sua vita, da poche centinaia cresceranno a più di 4000 nell’edizione definitiva (Basilea 1533). Nel 1506 è in Italia; laureato dottore a Torino, passa poi a Firenze, Bologna, Venezia, ove soggiorna presso l’editore Aldo Manuzio e si erudisce in greco con famosi umanisti. Tornando in Francia e poi in Inghilterra, nella traversata delle Alpi compone la sua opera più nota, l’Elogio della Follia. Nel 1513 a Basilea conosce l’altro famoso editore Johann Froben, presso cui pubblica parecchie traduzioni di classici e studi letterari. Quindi fa ritorno in patria, a Lovanio; coinvolto nelle dispute della Riforma protestante, si schiera per l’unità della Chiesa sotto il papato ma cercando una conciliazione fra i due partiti; anche in politica è un pacifista (Querela Pacis, 1517). Nel 1530 torna in Svizzera, nella cattolica Friburgo, continuando a scrivere e a intrattenere una copiosa corrispondenza con i dotti contemporanei. Muore a Basilea il 12 luglio 1536 a sessantanove anni.

«Sciogli dalla tua fronte l’edera frivola e cingi le tempie del sacro alloro e dell’olivo avverso alla guerra e amante di pace».

 


Poema epico sulla Pasqua

di Erasmo da Rotterdam

editore: Interlinea

pagine: 56

Un carme di Erasmo da Rotterdam dedicato alla Pasqua

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.