Il tuo browser non supporta JavaScript!

Tutti gli ebook

ordinati dall'edizione più recente

Terra d'acque

Novara, la pianura, il riso

di Sebastiano Vassalli

editore: Interlinea

Uno scrittore racconta se stesso e i luoghi a lui più cari. Le sue storie ripercorrono momenti significativi della storia, dal Seicento della Chimera e della caccia alle streghe, all’Ottocento risorgimentale, fino a tempi a noi più vicini, con un ricordo personale del 25 aprile 1945. L’inventore del gorgonzola, il bandito Caccetta (il don Rodrigo della bassa), l’architetto Antonelli, il poeta «babbo matto» Campana, l’esploratore Ferrandi… sono i personaggi che rivivono nella città e nella pianura ai piedi del monte Rosa, dove regna il «riso amaro» di Silvana Mangano, simbolo della fine della civiltà contadina. Una prova di stile e di fedeltà alle radici di un grande autore di oggi come Sebastiano Vassalli.

La ragazza che aveva paura del temporale

di Benito Mazzi

editore: Interlinea

L’avventurosa e quasi leggendaria storia di Antonietta (Neta), bella come Liz Taylor, e Franco detto “Ranca”, sfrusìn e partigiano dell’ottava Matteotti, madre e padre di Giuliana Sgrena. Alle loro vite e a quelle delle loro famiglie si intrecciano la piccola storia della val d’Ossola, con l’epica lotta tra contrabbandieri e finanzieri, e la grande storia d’Italia, dalla ritirata di Russia alla lotta partigiana, alla Liberazione, sino ad arrivare al rapimento di Giuliana in Iraq. Un romanzo che è una testimonianza preziosa di un popolo e di una valle di confine.

Di Orta un Po

Scrittori torinesi in riva al lago

a cura di Giovanni Tesio

editore: Interlinea

«Prima viene il fascino di una terra a riflesso, poi viene il riflesso della letteratura» scrive Giovanni Tesio nella presentazione di questo libro che raccoglie, «in una piccola antologia di voci, le suggestioni che alcuni scrittori torinesi hanno tratto dalla consuetudine o dall’occasione di Orta. Unica eccezione ammessa, la voce di Laura Pariani» ormai diventata, grazie alla residenza ortese, una sorta di nume tutelare del luogo. Un’occasione per trovare insieme gli stili e le trame di Alessandro Defilippi, Gian Luca Favetto, Fabio Geda, Davide Longo, Alessandra Montrucchio, Margherita Oggero, Laura Pariani, Giancarlo Pastore, Sergio Pent, Alessandro Perissinotto ed Enrico Remmert.

Nel sole zingaro

Storie di contrabbandieri

di Benito Mazzi

editore: Interlinea

«Capita che uno scampolo di mondo, in uno starnuto di Dio, si faccia specchio dell’esistenza umana. Capita specialmente se è terra avara, di vite stentate: fame che morde le viscere fino a farti mangiare un topo e spinge al rischio; fatiche da bestia e fughe sfortunate e paure che squassano gli animi. Capita che con quelle vite s’intrecci la vita di uno scrittore e che il vortice di amicizie e odii, solidarietà e tradimenti, eroismi e viltà, perdoni e vendette, si fermi sulle pagine di un libro, questo libro. Nel Sole zingaro si muovono ombre perché il Sole zingaro è la Luna, compagna dei contrabbandieri, che la chiamano così anche in val Vigezzo, estremo nord del Piemonte, a un tiro di fucile dal confine con il Canton Ticino. E quanta efficacia nel rendere atmosfere, sensazioni, caratteri. Nel divertire e nell’emozionare. Nel commuovere» (dalla presentazione di Alberto Sinigaglia).

La lunga notte di Exilles

di Laura Mancinelli

editore: Interlinea

Questo romanzo si ispira a un emblematico fatto storico, la conquista del forte di Exilles da parte dei Savoia, per raccontarci con una scrittura ironica e maliziosa il dilagare tutto settecentesco delle Sacre Rappresentazioni, motivo di vanto per le comunità ma anche intreccio di svariati interessi personali. Tra l’estate del 1707 e quella del 1708 la buona società exillese si anima per allestire una Sacra Rappresentazione in onore di San Rocco, da cui tutti si attendono qualcosa. Il parroco don Giasset spera di distrarre la sua amante, la vedova Ballon, dalla divisa rossa di un ufficiale francese; la locandiera Léontine intravede lauti incassi grazie all’arrivo di forestieri; tante Lionette sogna di trovare un buon partito per sua figlia; mentre tutti gli altri tessono le loro trame in vista di futuri guadagni... Ma sarà la Grande Storia a cambiare i destini di ognuno.

Bevendo il tè con i morti

di Chandra Livia Candiani

editore: Interlinea

Dall’autrice di uno dei casi editoriali di poesia dell’anno con La bambina pugile ovvero la precisione dell’amore (Einaudi) un libro originale: non sulla morte ma sui morti, su un mondo di ombre più vive dei vivi, fantasmi amici e compassionevoli, abitanti di un regno che è la patria della memoria e la compagnia dei solitari. La Candiani ci consegna una doppia vista con un linguaggio che ammutolisce grazie a versi che hanno per interlocutore il silenzio. «Candiani vive in un suo pianeta, come il Piccolo Principe, cui molto assomiglia. Traduce testi buddhisti, recita, dipinge… Molti suoi versi non vi usciranno più dal cuore e dalla mente» (Vivian Lamarque).

Un sabato senza dolore

di Alberto Nessi

editore: Interlinea

«Partire la mattina presto» è l’atto con cui Alberto Nessi, poeta vincitore del Gran Premio svizzero di letteratura 2016, inizia il viaggio in treno che conduce il lettore lungo paesaggi naturali e incontri umani. Questo libro è come uno scompartimento che offre un campionario di tipi e di sentimenti, di oggetti e di visioni: così capita che «la purezza della neve nel cielo / si scontra con l’oscenità del giornale». Alla ricerca della «parola che non tradisca la sua genesi» l’autore sa raccontare con la semplicità e la saggezza di chi è abituato a vivere in bilico fra attese e delusioni, in una terra spirituale di confine. Gli capita d’incontrare anche migranti clandestini: «quante volte ci morderà la rete ancora il cuore?» E alla fine deve constatare che «non vedrò più la viaggiatrice senza bagaglio / che avrebbe tante cose da raccontarmi» perché «deve scendere». È il destino di tutti, ben racchiuso in poesie scritte «forse un po’ come ballare il tango».

Vite distratte

Una casa di Roma racconta

di Paolo Pomati

editore: Interlinea

Come si vive nella capitale? Un caleidoscopio di vite distratte, sole, confuse, problematiche: è un condominio di via del Forte Bravetta a Roma, attorno al quale ruotano gli inquilini, personaggi ritratti fisicamente e metaforicamente dagli specchi dei loro appartamenti. Paolo Pomati racconta le loro storie fatte di professioni e stili di vita diversi, di ansie e di solitudini ripiegate su se stesse ma anche di rinascite e nuove avventure affrontate senza la paura del futuro.

Il violino di Auschwitz

di Anna Lavatelli

editore: Interlinea

Cicci ha tutto ciò che una ragazza possa desiderare: una vita bella e agiata, una famiglia che le vuole bene, tanti amici e una grande passione per la musica. Ma dal giorno in cui vengono emanate le leggi razziali in Italia, poco alla volta tutto ciò che ama le viene sottratto. Non le rimarrà che il suo violino, da cui non si separerà a nessun costo. Sarà proprio lui a raccontare, dopo un lungo silenzio, la lenta discesa di Cicci verso l’inferno di Auschwitz, dove sarà costretta a suonare per le SS. Anche in quella situazione terribile la ragazza sperimenterà il potere che ha la musica di rendere liberi. Tratto da una storia vera.

Bianco giorno offeso

di Elvira Dones

editore: Interlinea

Elvira Dones torna con un romanzo forte e doloroso che ha per protagonisti un profugo albanese in Svizzera e un amico dalla straordinaria vitalità mal incanalata e controcorrente. È il racconto della profonda e tormentata amicizia tra i due uomini, attraversata da altre passioni, struggenti e impossibili perché così è la vita e perché i personaggi sono in balia della storia. Un romanzo intenso, appassionante, vero.

La foto di Orta

L'amore impossibile tra Nietzsche e Lou Salomé

di Laura Pariani

editore: Interlinea

Una nuova edizione di uno dei romanzi più belli di Laura Pariani. Maggio 1882: Friedrich Nietzsche durante il suo Grand tour dell’Italia giunge sul lago d’Orta in compagnia della bellissima e sfuggente Lou von Salomé, la madre di lei e il comune amico Paul Rée, innamorato della giovane intellettuale quanto il più anziano filosofo. Durante una gita sul Sacro Monte di Orta Nietsche e Lou si appartano a lungo e di quell’episodio l’autore di Zarathustra conserverà fino alla morte una foglia, uno schizzo su carta e un biglietto con una promessa. Laura Pariani fa rivivere la storia di un amore impossibile e di un’amicizia tradita a partire dalla memoria di una foto...

Le montagne di don Patagonia

di Laura Pariani

editore: Interlinea

Storie, miti e incontri indimenticabili sono rac-colti da Laura Pariani, che torna in Patagonia sulle tracce dell’esploratore salesiano Giovanni De Agostini: donne, contadini, indios e stregoni s’incontrano in una «natura che è montagna» che secondo la scrittrice non è tanto un luogo geografico quanto un’esperienza: «quella di un mondo potente nella sua resistenza a certe pazze vertigini della modernità».

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.