Il tuo browser non supporta JavaScript!

"Alì Babà e i quaranta ladroni", nuova edizione per il 100° di Luzzati

"Alì Babà e i quaranta ladroni", nuova edizione per il 100° di Luzzati "Alì Babà e i quaranta ladroni", nuova edizione per il 100° di Luzzati
Nell’anniversario dei cent’anni di Emanuele Luzzati, celebre sceneggiatore, costumista, autore e illustratore, la preziosa edizione della celebre storia di Alì Babà e i quaranta ladroni in nuova edizione con una veste grafica rivisitata, pubbilcata nella collana degli albri illustrati "Le rane grandi".





«Chi lo sa, chi non lo sa questa è la storia di Alì Babà che per passare il tempo allegramente faceva di tutto per non far mai niente». La più celebre storia in versi del maestro Lele Luzzati torna in questo volume con i suoi curiosi particolari, i suoi vivaci colori e la sua intelligente ironia, con un protagonista che, col candore dei bambini, vive e risolve brillantemente una fantastica avventura.



Emanuele Luzzati (più conosciuto con il diminutivo Lele) è nato nel 1921 a Genova, dove si è spento nel gennaio 2007. Di origini ebraiche, è costretto a fuggire dall'Italia per via delle leggi razziali, diplomandosi all'Ecole des Beaux Arts di Losanna in Svizzera. Di ritorno in Italia nel 1945, inizia la sua prestigiosa carriera teatrale come scenografo e costumista, cui affianca anche l'attività in diversi campi artistici: è stato infatti ceramista, regista di film d’animazione e illustratore di libri per bambini e ragazzi celebri in tutto il mondo. Nel 1992 gli viene conferita la laurea honoris causa in Architettura dall’Università di Genova e nel 1995 riceve il Premio Ubu per la migliore scenografia dell’anno per le scene del Pinocchio del Teatro della Tosse di Genova. Ha ricevuto due nomination agli Oscar per i film d’animazione La gazza ladra del 1964 e Pulcinella del 1974. Con Interlinea ha pubblicato Alì Babà e i quaranta ladroni, selezionato all'interno del catalogo delle edizioni speciali del progetto "Nati per Leggere"La tarantella di Pulcinella e Filastrane. Storie di rane in giro per l'Italia con Anna Lavatelli, oltre a La stella dei re magi per lettori anche adulti.





Un brano dal libro:

Chi lo sa, chi non lo sa
questa è la storia di Alì Babà
che per passare il tempo allegramente faceva di tutto per non far mai niente.

Un giorno per gioco si era nascosto
fra le foglie di un albero
nel bel mezzo di un bosco
e mentre al chiaro di luna
contava le foglie una per una
sente un rumore, il cuore gli dà un botto: ... quaranta ladroni stanno lì sotto.

Quaranta ladroni, più un uomo a cavallo vestito di blu, di rosso e di giallo
come se andasse alla festa da ballo;
per Allah! Lo conosco questo qua:
è il feroce Mustafà,
il terror della città
e quegli altri lestofanti
sono i celebri briganti
ladri d’oro e di diamanti
e vengono avanti, vengono avanti.












Poi Mustafà dice: «Alto là
fermate il passo davanti a quel masso
e ripetete tutti con me:
Apriti Sesamo, uno, due e tre...»

Apriti Sesamo: a questa parola la roccia s’apre tutta da sola; Alì Babà sempre nascosto
al solito posto
dalla sua pianta vede i ladroni tutti e quaranta

l’un dopo l’altro
entrare in quell’antro
posare il sacco,
girare il tacco
e zitti zitti venirsene via mentre la roccia
per nuova magia
si chiude di botto...

E Alì Babà casca di sotto.

Poi passata la paura
vuol tentare l’avventura:
«Apriti Sesamo uno, due e tre. Apriti Sesamo anche per me».













Alì Babà e i quaranta ladroni

di Emanuele Luzzati

editore: Interlinea

pagine: 40

Un albo illustrato tutto in rima che racconta dal punto di vista di un bambino la celebre storia di Alì Babà. Per bambini dai 3 ai 6 anni.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento