Il tuo browser non supporta JavaScript!

Roberto Mussapi su Alì Babà di Emanuele Luzzati

Roberto Mussapi su Alì Babà di Emanuele Luzzati Roberto Mussapi su Alì Babà di Emanuele Luzzati
Il ritorno di Emanuele Luzzati commentato da Roberto Mussapi 

La nuova edizione di Alì Babà e i quaranta ladroni affascina con grafica e narrativa inedite

«Alì Babà e i quaranta ladroni, considerato un capolavoro di Emanuele Luzzati, e ora pubblicato in una nuova edizione da Interlinea (pagine 40 a colori, euro 12), presenta esemplarmente un artista unico, eclettico e pirotecnico: qui non solo illustra un testo, ma lo riscrive, in pochi versi rimanti che nascono dal disegno, intenso, cromaticissimo, con suggestioni chagalliane.» queste le parole di Roberto Mussapi su Avvenire in occasione della pubblicazione della nuova edizione del libro di Luzzati. 
Molto apprezzato è il connubio armonico tra immagine e narrazione , con echi surrealisti per quanto riguarda l'utilizzo di originali tecniche artistiche che esaltano la trama in un modo unico ed innovativo.



Alì Babà e i quaranta ladroni
di Emanuele Luzzati

Un brano del libro «Chi lo sa, chi non lo sa questa è la storia di Alì Babà che per passare il tempo allegramente faceva di tutto per non far mai niente. Un giorno per gioco si era nascosto fra le foglie di un albero nel bel mezzo di un bosco e mentre al chiaro di luna contava le foglie una per una sente un rumore, il cuore gli dà un botto:... quaranta ladroni stanno lì sotto.»

«Chi lo sa, chi non lo sa questa è la storia di Alì Babà che per passare il tempo allegramente faceva di tutto per non far mai niente». La più celebre storia in versi del maestro Lele Luzzati torna in questo volume con i suoi curiosi particolari, i suoi vivaci colori e la sua intelligente ironia, con un protagonista che, col candore dei bambini, vive e risolve brillantemente una fantastica avventura.


Emanuele Luzzati (più conosciuto con il diminutivo Lele) è nato nel 1921 a Genova, dove si è spento nel gennaio 2007. Di origini ebraiche, è costretto a fuggire dall'Italia per via delle leggi razziali, diplomandosi all'Ecole des Beaux Arts di Losanna in Svizzera. Di ritorno in Italia nel 1945, inizia la sua prestigiosa carriera teatrale come scenografo e costumista, cui affianca anche l'attività in diversi campi artistici: è stato infatti ceramista, regista di film d’animazione e illustratore di libri per bambini e ragazzi celebri in tutto il mondo. Nel 1992 gli viene conferita la laurea honoris causa in Architettura dall’Università di Genova e nel 1995 riceve il Premio Ubu per la migliore scenografia dell’anno per le scene del Pinocchio del Teatro della Tosse di Genova. Ha ricevuto due nomination agli Oscar per i film d’animazione La gazza ladra del 1964 e Pulcinella del 1974. Con Interlinea ha pubblicato Alì Babà e i quaranta ladroni, selezionato all'interno del catalogo delle edizioni speciali del progetto "Nati per Leggere"La tarantella di Pulcinella e Filastrane. Storie di rane in giro per l'Italia con Anna Lavatelli, oltre a La stella dei re magi per lettori anche adulti.


 

Pdf

Alì Babà e i quaranta ladroni

di Emanuele Luzzati

editore: Interlinea

«Chi lo sa, chi non lo sa questa è la storia di Alì Babà che per passare il tempo allegramente faceva di tutto per non far mai

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento