Il tuo browser non supporta JavaScript!

Carlo Bascapè

sconto
50%
Carlo Bascapè
titolo Carlo Bascapè
sottotitolo Un vescovo sulle orme di san Carlo
autore
argomenti Storia Memorie e biografie
Storia
collana Gli aironi, 82
serie Novaresi nella storia, 7
marchio Interlinea
editore Interlinea
formato Libro
pagine 48
pubblicazione 2015
ISBN 9788868570460
 
5,00 2,50
 
risparmi: € 2,50
Spedito in 2-3 giorni

Informazioni importanti

Titolo in esaurimento: offerta per bibliofili
Serie "Novaresi nella storia"

«Il più celebre vescovo di Novara dopo il patrono san Gaudenzio è Carlo Bascapè. Già segretario di san Carlo Borromeo, di cui è il primo biografo, giunge a Novara in piena Controriforma alla fine del Cinquecento, visitando dalla Bassa alle vallate alpine l’intera diocesi poi descritta minuziosamente nella Novara sacra, il suo capolavoro, pietra miliare della storiografia novarese in cui tra l’altro parla di luoghi, usi e costumi. Bascapè è attento alla pastorale ma anche all’arte, riorganizzando il Sacro Monte di Varallo e progettando quello di Orta. Dichiarato “venerabile” nel 2005, la sua figura è entrata nel celebre romanzo La chimera di Sebastiano Vassalli che lo descrive «magrissimo, con la pelle del colore della cera, la barba grigia…» Conoscere la sua figura significa comprendere meglio Novara e la sua diocesi, nell’idea che «chi parla della Chiesa non può tacere della città».
 

Biografia dell'autore

Dorino Tuniz

Dorino Tuniz, docente e storico, è nato a Vigevano nel 1945 e scomparso a Novara nel 2019. Presidente dell’Associazione di storia della Chiesa novarese e condirettore della rivista “Novarien.”, ha insegnato all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Novara. Ha scritto e curato molti testi di storia medievale e agiografia, alcuni in collaborazione con Marina Airoldi, per varie case editrici come San Paolo, Jaca Book e Interlinea, presso cui ha tradotto e curato, con Giancarlo Andenna, Novaria. Terre e vescovi della diocesi di Carlo Bascapé, al quale ha dedicato la biografia Carlo Bascapè. Un vescovo sulle orme di san Carlo
A Dorino Tuniz è dedicato il numero 50 della rivista "Novarien." Pellegrini in terra novarese, che raccoglie un'antologia di suoi testi

«Non basta però la sola cultura personale a fare di Dorino una persona preziosa e a comprendere la basilica di San Gaudenzio strapiena dell’ultimo saluto nel febbraio 2019. A renderlo un testimone straordinario è il suo carisma divulgativo in grado di spezzare il pane della sapienza in bocconi di traduzioni, libri, conferenze e didattica, dall’Università della Terza età al Seminario, a partire dalle radici: da quelle di Vigevano che l’ha visto nascere nel 1945 sino al borgo dei gatti di Brolo sul lago d’Orta, buen retiro negli ultimi anni; tutte tappe di pellegrino nella storia e nell’attualità che possiamo giudicare dalle domande esistenziali che i suoi studi hanno suscitato in noi» ("Novarien." 50, Pellegrini in terra novarese. Un’antologia di testi di Dorino Tuniz)

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito web utilizza cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi visitatori. Se continui ad usare questo sito ne accetti implicitamente l'utilizzo. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali. Utilizziamo cookies di terze parti e proprietari. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la Cookies Policy

Acconsento