Il tuo browser non supporta JavaScript!

Storia

Boom

Gli oggetti del miracolo economico tra vita, passione e lavoro

di Carlo Alberto Carutti

editore: Interlinea

pagine: 320

I ricordi di un testimone del boom economico, uno dei molti italiani che hanno costruito il Paese collaborando con i grandi nomi dell'imprenditoria degli anni Sessanta

Il Conte falegname

I primi venti anni della Pro senectute e i venticinque anni del Centro Maderna

di Fausto Melloni

editore: Interlinea

pagine: 248

a Pro Senectute, la cui storia è ben delineata in queste pagine, non rappresenta certo l’ennesimo esperimento di assistenza al mondo degli anziani

Quaderni Borromaici 4

Saggi Studi Proposte

rivista: Quaderni Borromaici

pagine: 176

«Fummo raggiunti da un altro cortese e dotto religioso: il padre Barletti, professore di fisica che si occupa molto dell’elettricità, nella quale sembra che chiarirà bene le cose che è necessario chiarire. Andammo insieme al Collegio Borromeo, dove vidi con piacere i bei portici a colonne binate e con piacere ancor maggiore una sala affrescata dagli Zuccari, che vi hanno rappresentato i principali periodi della vita di san Carlo Borromeo. Questi dipinti, che hanno circa due secoli, sono ancora di una freschezza sbalorditiva, e io ammirai particolarmente la verosimiglianza con cui è resa la peste di Milano». (Jean Bernoulli)

Finalmente ti scrivo

Lettera a mio padre Giovanni Ferrari sindaco di periferia

di Enrico Ferrari

editore: Interlinea

pagine: 140

A tre anni dalla morte, l'autore intesse un dialogo immaginario con il proprio padre, ripercorrendo i sentieri della memoria che si addentrano nella relazione tra padre e figlio

Vita e viaggi di J.L. Burckhardt

Un incontro con l'Islam dell'Ottocento

di Silvana Abruzzese Lattmann

editore: Interlinea

pagine: 108

Il 18 ottobre 1817 muore al Cairo Johann Ludwig Burckhardt, celebre cittadino svizzero, nato nel 1784.

Alle radici dell'Alfa Romeo

Lettere ad Assunta Kerbaker (1901-1912)

di Nicola Romeo

editore: Interlinea

pagine: 104

Da un baule riemergono a distanza di un secolo le lettere scambiate tra il 1901 e il 1912 tra un giovane Nicola Romeo

Quaderni Borromaici 3

Saggi Studi Proposte

rivista: Quaderni Borromaici

pagine: 256

«Il palazzo del Borromeo appartiene all’affascinante periodo intermedio dell’architettura, in cui il Rinascimento travalica nel Barocco. Andiamo nel cortile, dove la pietra chiara è listata da fregi di cotto tendente al violaceo; nei giardini; nelle ampie sale decorate di affreschi e quadri, dalle cui pareti ci guardano i ritratti dei Borromei succedutisi durante i secoli, primo, dopo san Carlo, il Federico manzoniano. Si finisce nell’appartamento privato del rettore, una fila di stanze a pianterreno, con bei mobili antichi, e le finestre aperte su un giardino quasi segreto. Mi offre una colazione semplice ma raffinata, nel senso del Manzoni, della domenica cristiana; minestra e pane casalinghi, pesce di fiume, vitello di queste campagne. Il rito del caffè si compie in camera da letto, dov’egli tiene in uno stipo il fornello e le tazze. Quando un allievo sgarra, il rettore gli annuncia con solennità “un caffè”, che in Lombardia significa una lavata di capo, e condottolo in camera invece gli offre un caffè vero».   (Guido Piovene, Viaggio in Italia)

Sant'Antonio Abate in diocesi di Novara

Storia, arte, devozione e tradizione

a cura di Franco Dessilani

editore: Interlinea

pagine: 224 + XVI

Il volume che qui si presenta nasce dalla giornata di studio intitolata Intorno ad un affresco. Sant’Antonio Abate nel Novarese.

Rina Musso

Maestra di carità

di Umberto Gualdoni

editore: Interlinea

pagine: 48

La maestra Musso è uno dei grandi novaresi del Novecento con un'esistenza completamente spesa nella carità presso quei bisognosi che la chiamavano "zia Rina"

«Novara resterà indimenticabile per ciascuno di noi»

La battaglia del 23 marzo 1849 vissuta tra le linee austriache. Memorie, lettere, prose

di Stefano Apostolo

editore: Interlinea

pagine: 200

Nella storiografia italiana relativa agli avvenimenti bellici del Risorgimento le fonti del “nemico” non sono mai state prese in seria considerazione.

Caro Giorgio, tuo don Carlo

Lettere e cartoline inedite a Giorgio Buccellati (1941-1943)

di don Carlo Gnocchi

editore: Interlinea

pagine: 88

«Don Carlo, uscendo alla luce da un camminamento sul fronte russo, saluta e sorride al suo caro Giorgio»

Quaderni Borromaici 2

Saggi Studi Proposte

rivista: Quaderni Borromaici

pagine: 184

«Allora, dietro l’austero portone, s’indovina la sua ampiezza sonora, i portici e i loggiati dove le colonne abbinate s’inseguono come le rime baciate nei poemi, il salone frescato con vaghezze d’aurore rapprese, la veduta ariostesca sul prato con ampio gioco d’aria e blandimento di fontana e la solenne scalea da cui sale la sera violetta. (E un giorno vi salivano, alunni, Contardo Ferrini e Carlo Forlanini). In tanta suggestione ed elevazione, solo che si dica un nome – Borromeo – si ravvivano antiche condizioni di vita e aspetti insigni di memorie e costumi e privilegi aboliti: tutto un denso passato. E se, cauto, sali la gradinata, ti par d’essere assunto nel corteo dei civilissimi uomini che da quattro secoli qui si preparano a migliorare il mondo con gli alti studi e le lodevoli opere. Palazzo come civiltà». (Cesare Angelini, Luna sul Borromeo)

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.