Il tuo browser non supporta JavaScript!

I luoghi dell'anima

sconto
5%
I luoghi dell'anima
titolo I luoghi dell'anima
sottotitolo In viaggio con i grandi scrittori
curatore
argomenti Letteratura (narrativa, poesia, saggistica...) Narrativa straniera
Letteratura (narrativa, poesia, saggistica...)
collana Passio, 24
marchio Interlinea
editore Interlinea
formato Libro
pagine 248
pubblicazione 2008
ISBN 9788882126384
 
Promozione valida fino al 31/12/2021
12,00 11,40
 
risparmi: € 0,60
Spedito in 2-3 giorni
"Questa antologia compone un viaggio immaginario al seguito di scrittori e poeti, una specie di ipotetico itinerario che mette in scena i luoghi e le emozioni profonde che sono state affidate ai fogli dei taccuini, ai reportage, alle poesie, ai racconti. Esperienze inedite, segrete, legate al senso dell'avventura umana che il luogo ha rivelato su tutto sfolgora l'intuizione di una naturale disponibilità a farsi accogliere dal luogo che nel momento in cui si rivela coinvolge intimamente l'esistenza del viaggiatore..." (Dall'introduzione di Fulvio Panzeri)
 

Un brano del libro

»A mano a mano che si avvicinava alla città vecchia e alla stazione della funicolare, la vettura si svuotava e alla fine mi ritrovai quasi solo sul vagoncino che saliva l'erto pendio. Sotto di me l'animazione serale della citàà si spegneva. In alto mi accolse la consueta piattaforma in cemento. Uscii all'aperto pieno di curiosità ed eccomi nel bel mezzo di una buia città  antica, inghiottito da un vicolo stretto e deserto, proprio mentre i negozi stavano chiudendo. D'un tratto mi sorprese la vista di una torre incredibilmente alta che emergeva dalla fossa delle case e spariva in alto, nella notte: all'improvviso mi parve di essere nel sud della Toscana o in una cittadina arroccata dell'Umbria. Dopo pochi passi, inaspettatamente, il vicolo si biforcava e sfociava in una grande e splendida piazza: sulla destra un lungo portico, dove alcuni bighelloni fumavano la loro pipa serale, sulla sinistra un grande monumento moderno, probabilmente un Garibaldi, e a ridosso uno scuro ed elegante edificio con colonne massicce e agili archi. Nessun segno di vita sulla piazza tranne una debole lucce dietro i vetri di un piccolo caffè e di una drogheria, nella cui vetrina brillvano come gioielli tante bottiglie verdi e arancioni.»
(dal brano di Herman Hesse tratto da Dall'Italia)

Rivedevo qualcosa, fuori di me, che forse dall nascita portavo in me, il paesaggio dell'anima. Forse il solo paesaggio nel quale sono in grado di situare personaggi che si muovano e siano vivi

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.