Strade bianche

sconto
20%
Strade bianche
Promozione valida fino al 12/02/2023
12,00 9,60
 
«L’inizio sicuro di un poeta nuovo» aveva definito Maurizio Cucchi il libro d’esordio dello svizzero Pierre Lepori, che riserva alla poesia la sua voce più lancinante. In questo libro sfilano i volti dei passanti, le emozioni di una performance coreografica, lo choc provato nell’incontro con l’architettura dello Jüdisches Museum di Berlino. In una lingua alta, percorsa da clangori e franamenti, Strade bianche tesse una fragile ma implacabile litania dei giorni, con un’attenzione spasmodica al linguaggio del corpo e alla poetica dei “tempi deboli” del cineasta francese Raymond Depardon, senza dimenticare l’angoscia di fronte a eventi quali l’esilio e la Shoah. La conferma di una voce nuova.
 

Biografia dell'autore

Pierre Lepori

Pierre Lepori
Pierre Lepori, nato a Lugano nel 1968, vive a Losanna. Giornalista radiofonico, ha fondato la rivista queer “Hétérographe, revue des homolittératures ou pas” ed è traduttore dal francese (per Interlinea ha curato le opere del poeta svizzero Gustave Roud). Ha pubblicato due romanzi (Grisù e Sessualità), due saggi di storia del teatro e la raccolta di poesie Qualunque sia il nome (Casagrande, Bellinzona 2003, premio Schiller). I suoi libri sono tradotti in tedesco e francese.
Per maggiori informazioni sull’autore è possibile visitare: www.pierrelepori.com; per quanto riguarda la rivista, invece, bisogna recarsi su: www.heterographe.com.

E a mattino, il vento spazza le strade
di una polvere rosata,
tutto si copre di miele
ma la dolcezza non basta, onda, marea,
a saldare le mani desolate

Libri dello stesso autore