Il tuo browser non supporta JavaScript!

La poesia ai margini

sconto
5%
La poesia ai margini
titolo La poesia ai margini
sottotitolo Novecento tra lingua e dialetti
autore
argomenti Letteratura Saggistica
Letteratura
collana Biblioteca, 64
marchio Interlinea
editore Interlinea
formato Libro
pagine 323
pubblicazione 2014
ISBN 9788868570071
 
Promozione valida fino al 31/12/2020
20,00 19,00
Libro di difficile reperibilità, contattaci per ordinarlo
 
risparmi: € 1,00

Disponibile anche nel formato

"Considero l'italiano, non meno dei dialetti, una lingua da salvare" scrive Giovanni Tesio, tra i più acuti critici attuali, a proposito della "poesia ai margini" al centro di questo libro. In tempi di identità liquide e di fenomeni globali, l'autore propone una rilettura della società italiana contemporanea attraverso la letteratura e i dialetti. Dopo alcuni sguardi teorici, sono delineati dei profili, da Rebora a Chiara passando per Primo Levi, con molte riscoperte di poeti apparentemente "minori", con un'ampia galleria di ritratti e letture che compongono un mosaico vivissimo: da Giacomini a Bertolani, da Cappello alla Grisoni, illuminando anche i dintorni poetici di autori come Pasolini, Pavese e Vassalli. È un'opera che mancava e che nasce "dal bisogno di risarcire una distanza, una ferita, uno strappo, perché l'uso del dialetto In poesia è già per sé il segno evidente di una ricerca di alterità".
 

Biografia dell'autore

Giovanni Tesio

Giovanni Tesio (1946), già ordinario di letteratura italiana presso l’Università del Piemonte Orientale A. Avogadro, ha pubblicato alcuni volumi di saggi (per Interlinea, nel 2014, La poesia ai margini e nel 2020 La luce delle parole), una biografia di Augusto Monti, una monografia su Piero Chiara, molte antologie. Ha curato per Einaudi la scelta dall’epistolario editoriale di Italo Calvino, I libri degli altri (1991); più recentemente la conversazione con Primo Levi, Io che vi parlo (2016), e più recentemente ancora, presso Interlinea, un altro volume di considerazioni su vita e opera di Levi, Primo Levi. Ancora qualcosa da dire (2018). Sempre presso Interlinea un pamphlet in difesa della lettura, della letteratura e della poesia, I più amati. Perché leggerli? Come leggerli? (2012), un “sillabario” intitolato Parole essenziali (2014), la raccolta di poesie Piture parolà (2018) e ha curato l’antologia Nell’abisso del lager (2019). La sua attività poetica, dopo esordi lontani, è sfociata nella pubblicazione di un canzoniere in piemontese di 369 sonetti, intitolato Vita dacant e da canté (Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis, Torino 2017). È stato per trentacinque anni collaboratore della “Stampa”, al cui inserto, “Torinosette”, collabora tuttora. Del 2019, uscito presso Lindau, il suo primo libro narrativo, Gli zoccoli nell’erba pesante. Fa parte del comitato scientifico del Centro Novarese di Studi Letterari ed è tra i fondatori e direttori della collana di poesia “Lyra”.

Rassegna stampa per La poesia ai margini

Da "Corriere della Sera", Franco Manzoni, su "La poesia ai margini" di Giovanni Tesio

Notizie che parlano di: La poesia ai margini

L’anno di Interlinea inizia dalla parte della poesia e del dialetto, tradizione della collana “Lyra”. Sul “Corriere della sera” del 7 gennaio 2015 recensione di “Poesia ai margini” di Giovanni Tesio

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.