Il tuo browser non supporta JavaScript!

Draghi fate e cavalieri

Draghi fate e cavalieri
titolo Draghi fate e cavalieri
sottotitolo Avventure di Orlando innamorato
autore
argomento Letteratura per l'infanzia Narrativa italiana
collana Le rane, 25
marchio Le rane
editore Interlinea
formato Libro
pagine 64
pubblicazione 2008
ISBN 9788882126469
 
10,00

Età consigliata

Dagli 8 anni in poi.
«Lettori, ascoltatori, buona gente / che state nel silenzio dell’attesa, / qui inizia un racconto divertente, / d’amore, d’avventura e di sorpresa: / prestando solo un poco d’attenzione / avrete spasso, immagini e passione». Le sestine ispirate a Roberto Piumini dal grande poema epico-cavalleresco di Matteo Maria Boiardo, l’Orlando innamorato, sono qui accompagnate dai disegni che alcuni ragazzi delle scuole elementari e medie di Scandiano, dove Boiardo è nato, hanno realizzato nel corso dell’anno scolastico durante laboratori che li hanno avvicinati all’opera letteraria e all’interpretazione che ne ha dato Emanuele Luzzati in alcune splendide tavole. Vediamo così Orlando, il più forte paladino di re Carlo Magno, perdere la testa per Angelica, la bellissima principessa del Catai, e affrontare per lei numerose imprese, fra giganti, draghi, fate e luoghi incantati. Il più celebre autore italiano per ragazzi di oggi ripropone così ai lettori in erba l’atmosfera del capolavoro di un grande scrittore del passato.
 

Biografia dell'autore

Roberto Piumini

Roberto Piumini, nato a Edolo in Valcamonica nel 1947, vive tra Milano e Buonconvento presso Siena. È autore di libri dal 1978: romanzi, racconti, poemi, poesie e traduzioni. Per bambini e ragazzi è tra gli scrittori italiani più conosciuti e suoi testi sono tradotti all’estero. Per i lettori adulti è autore di romanzi e di fortunate raccolte di poesia. Ha tradotto i sonetti di Shakespeare per Bompiani e poemi di Browning per Interlinea. In campo poetico, da Feltrinelli è in uscita La nuova commedia. Per Interlinea ha pubblicato la raccolta di poesie Non altro dono avrai.

«Lettori, ascoltatori, buona gente
che state nel silenzio dell’attesa,
qui inizia un racconto divertente,
d’amore, d’avventura e di sorpresa:
prestando solo un poco d’attenzione
avrete spasso, immagini e passione.

Quel che Boiardo raccontò in ottave,
io, per cambiare, canterò in sestine,
e non vi sembri cosa troppo grave,
perché la strofa, anche se è più fine,
racconterà le cose con poesia,
così come cantò Matteo Maria».

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.