Il tuo browser non supporta JavaScript!

La capra Caterina

sconto
15%
La capra Caterina
titolo La capra Caterina
autore
illustratore
argomento Letteratura per l'infanzia Poesia italiana
collana Le rane, 2
marchio Le rane
editore Interlinea
formato Libro
pagine 64
pubblicazione 2001
ISBN 9788882122829
 
7,75 6,59
 
risparmi: € 1,16
Spedito in 2-3 giorni

Età consigliata

Per grandi e piccoli lettori.
Caterina, pastora di valle Strona, una mattina non trova la sua capra. Pensando che sia fuggita a valle, la ragazza scende verso Omegna, seguita da una strega che, per proteggerla, si espone alla dolorosa luce del giorno. Omegna è un luogo nuovo e pericoloso. Seguita dall’arcigno affetto della strega, Caterina compie il suo breve “viaggio all’inferno”, imparando sorpresa, cattiveria, paura e festa. E la sua storia, parola per parola, è poesia per grandi e piccoli lettori.
 

Biografia dell'autore

Roberto Piumini

Roberto Piumini, nato a Edolo in Valcamonica nel 1947, vive tra Milano e Buonconvento presso Siena. È autore di libri dal 1978: romanzi, racconti, poemi, poesie e traduzioni. Per bambini e ragazzi è tra gli scrittori italiani più conosciuti e suoi testi sono tradotti all’estero. Per i lettori adulti è autore di romanzi e di fortunate raccolte di poesia. Ha tradotto i sonetti di Shakespeare per Bompiani e poemi di Browning per Interlinea. In campo poetico, da Feltrinelli è in uscita La nuova commedia. Per Interlinea ha pubblicato la raccolta di poesie Non altro dono avrai.

Gioca e impara con questo libro

PROPOSTA A
Incontro con Roberto Piumini

Letture con lo scrittore
Roberto Piumini, forse il più popolare tra gli scrittori italiani per ragazzi, è disponibile ad incontrare i suoi lettori con una formula che, partendo dalla lettura di brani da “La capra Caterina”, si articoli su due giorni con quattro incontri, anche serali, e con il coinvolgimento di adulti, famiglie, insegnanti. È possibile prevedere la partecipazione di un musicista o di un attore che accompagnano l’autore.

Per informazioni su incontri e laboratori
Tel. 0321 1992282 oppure scrivi a lerane@interlinea.com

Caterina cammina cammina
tra i muri grigi di Omegna.
Nel fresco vapore mattino
cigola in gola ai galli
la parte nuova dell’eternità.
Il sole è ancora dietro il Mottarone.
L’Uomo, lassù, lo tira da Laveno
con corde di luce abbagliante
su Stresa e Alpino.
Caterina cerca la capra
di cantone in cantone.
In fretta
da scuri portoni
escono rare persone.
Caterina chiede la capra
nessuno l’ha vista passare
né sentita belare
nemmeno sognata.
Dietro viene la strega
in un cilicio d’aria mattutina
sputa per terra
nega
suda e prega.
Caterina tenta le strade
volta angoli duri le appare
alto grande grigio puntato
come una forte arma contro il cielo
un campanile.
Guarda stordita
si conta sulle dita
quante volte sta in quella
la torre di Massiola.
Ecco che spunta il sole.
Respira Caterina
e pensa:
«Se salgo su, vedrà la capra persa».

Gira attorno
cerca la parte
la trova aperta
va dentro con coraggio
e con paura
dentro è cupo e scuro.
Va per la scala stretta
su scalini di pietra
e qualche foglia secca
prudente si affretta.
Dietro sale la strega
contenta di quel buio,
contro il muro si frega,
ficca la mano dentro un buco scuro
sorride e fa scongiuro
improvviso rintocca
martello di campane.
È morto qualcuno stamattina
acerbo ancora il sole.
Agosto agosto agosto
vita mia, sposa mattutina,
non ti conosco
non ti riconosco.
Lassù c’è quello che picchia campane
con un martello di rame:
il prete campanaro Bescapè.
Caterina si ferma atterrita
a metà torre
e trema. La strega
più sotto canticchia:
quando a qualcuno passa la vita
c’è chi picchia e chi canta,
c’è chi si sfoga col triste martello
chi invece bisbiglia
un ritornello di pace [...]

Libri dello stesso argomento

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.