Il tuo browser non supporta JavaScript!

Per esempio

sconto
5%
Per esempio
titolo Per esempio
autore
curatore
Argomento Letteratura (narrativa, poesia, saggistica...) Poesia italiana
Collana Edizioni di poesia a tiratura limitata, LXXXVII
marchio Interlinea
Editore Interlinea
Formato Libro
Pagine 180
Pubblicazione 2022
ISBN 9788868574826
 
20,00 19,00
 
risparmi: € 1,00
Spedito in 2-3 giorni

Roberto Sanesi (1930-2001) non fece in tempo ad avviare alla stampa il suo ultimo libro poetico, concepito sul finire del secolo scorso. Poté estrarne, bensì, alcune decine di testi per due più esigue raccolte, Arrondissement la vie e Il primo giorno di primavera, e qualche altro per corrispondere a specifici inviti, ma il libro in quanto tale, nonostante fosse pronto per essere consegnato a un editore, rimase nel cassetto. Lo si pubblica qui per la prima volta, in un’edizione critica che rende omaggio a una delle voci più esclusive del Novecento, dando esecuzione testamentaria alle sue ultime volontà.

 

Biografia dell'autore

Roberto Sanesi

Roberto Sanesi (Milano 1930-2001) ha intrecciato nella sua vita tre grandi passioni: la poesia, l’arte e la letteratura angloamericana. Attivo fin dagli anni cinquanta sulla rivista “Aut Aut”, ha partecipato al Movimento Nucleare. Negli anni sessanta ha fondato e diretto la collana “Piccola Fenice” per l’editore Guanda e, all’inizio degli anni settanta, la Munt Press per la poesia e la saggistica. Dal ’70 al ’75 è stato direttore artistico di Palazzo Grassi a Venezia. Inoltre, ha tenuto insegnamenti presso diversi atenei e accademie e si è anche occupato in varia guisa di teatro. Sanesi ha coltivato da sempre la poesia, in forme di intensa visionarietà, mosso da un’instancabile sete di conoscenza, di cui fanno fede alcuni titoli particolarmente dimostrativi, come Rapporto informativo (1966) o Esperimenti sul metodo (1967) o ancora Alterego & altre ipotesi (1974) o infine La differenza (1988). Da ricordare anche, tra i suoi libri poetici più importanti, Il feroce equilibrio (1957), Poesie per Athikte (1959), Oberon in catene (1962), Otto improvvisi (1965), L’improvviso di Milano (1969), La cosa scritta (1977), Recitazione obbligata (1981), Téchne (1984), Senza titolo (1989), Mercurio (1994) e l’antologico L’incendio di Milano e altre poesie (1957-1989), a cura di Vincenzo Guarracino.

Notizie che parlano di: Per esempio

Giuseppe Langella ha curato l’edizione critica dell’ultima opera del celebre autore

Gli amici ormai parlano solo dell'aldilà, / ascoltano il millenio che si sgretola, / distesi a terra appoggiano l'orecchio / al minimo brusio.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.