Il tuo browser non supporta JavaScript!

Novelle rusticane

sconto
15%
Novelle rusticane
titolo Novelle rusticane
autore
curatore
argomento Letteratura Narrativa italiana
collana Edizione nazionale delle opere di Giovanni Verga, 3
marchio Interlinea
editore Interlinea
formato Libro
pagine 512
pubblicazione 2016
ISBN 9788882129705
 
30,00 25,50
 
risparmi: € 4,50
Spedito in 2-3 giorni

«Non pretendeva di essere un sant’uomo, no! I sant’uomini morivano di fame» è il pensiero di uno dei protagonisti delle Novelle rusticane, uno dei capolavori veristi di Verga, ora in edizione commentata criticamente a cura di Giorgio Forni, corredata da illustrazioni originali e basata su tutto il ricco materiale manoscritto esistente e finora inedito che permette di entrare nel vivo di uno degli episodi più alti e originali dello sperimentalismo narrativo del nostro tardo Ottocento. I temi della «roba», della «fiumana del progresso» che ci travolge e della legge del più forte rendono eticamente attuali le dodici storie dell’autore dei Malavoglia ricordandoci che «la roba non è di chi l’ha, ma di chi la sa fare».

Edizione Nazionale delle Opere di Giovanni Verga: piano editoriale e sottoscrizioni

 

Biografia dell'autore

Giovanni Verga

Giovanni Verga, nato a Catania nel 1840, è il massimo esponente del Verismo, uno dei maggiori scrittori nella storia della letteratura italiana, letto e studiato a scuola. La sua prima formazione romantico-risorgimentale si svolse a Catania, dove, abbandonando gli studi giuridici, decise di dedicarsi esclusivamente alla letteratura. Trasferitosi a Firenze nel 1865 compose i suoi primi romanzi Una peccatriceStoria di una Capinera. Successivamente a Milano frequentò l’ambiente degli Scapigliati e in seguito alla scoperta del naturalismo francese maturò la sua svolta decisiva verso il Verismo che sarà segnato dai racconti e dai romanzi di ambiente siciliano come Vita dei campi, 1880; I Malavoglia, 1881; Novelle rusticane, 1883; Mastro don Gesualdo, 1889. Lo scrittore credette nel progresso ma si interessò ai vinti e ai deboli, con una visione della vita tragicamente pessimistica, in antitesi con l’ottimismo imperante nei suoi tempi. Morì a Catania nel 1922.

Rassegna stampa per Novelle rusticane

Da “Avvenire”, Alessandro Zaccuri, su "Novelle rusticane" di Giovanni Verga

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.